Cronaca Resuttana-San Lorenzo / Via Filippo di Giovanni

San Lorenzo, esplosione in una casa trasformata in laboratorio odontotecnico: grave un cinquantenne

E' successo in via Filippo Di Giovanni, all'interno di quello che avrebbe dovuto essere l'alloggio del portiere. Il ferito è stato portato al Civico e sottoposto a un delicato intervento chirurgico: rischia di perdere un occhio. Immobile sequestrato dall'Ispettorato del lavoro. Indaga la polizia

Incidente in un laboratorio da odontotecnico ricavato nella casa di un portiere. E’ successo lunedì pomeriggio in via Filippo Di Giovanni, traversa di via Resuttana, dove la polizia e i vigili del fuoco sono intervenuti dopo alcune segnalazioni arrivate per un boato che aveva fatto tremare i palazzi. Ad avere la peggio è stato un cinquantenne, F.B., che si trovava davanti a una pentola a pressione che, per cause ancora da accertare, è esplosa. L’uomo è stato ricoverato in gravi condizioni al Civico dove i medici gli hanno riscontrato alcune ustioni e un delicato trauma cranico.

I vigili del fuoco probabilmente si aspettavano un altro scenario rispetto a ciò che si è presentato davanti ai loro occhi. Qualcuno infatti aveva ipotizzato si trattasse dell’esplosione di una bombola di gas in qualche attività commerciale. Stando a quanto ricostruito successivamente l’incidente si era verificato in un appartamento, destinato a uso abitativo ma che di fatto sarebbe stato concesso a un odontotecnico. Al suo interno c’erano attrezzature e materiali che vengono utilizzate dagli specialisti per costruire protesi dentarie tramite il processione della polimerizzazione delle resine.

In via Di Giovanni sono arrivati anche gli ispettori del lavoro che, al termine del sopralluogo, hanno sequestrato l’immobile per eseguire ulteriori accertamenti, anche in relazione ai requisiti professionali dell’odontotecnico. Il personale dell’Asp e gli investigatori dovranno infatti verificare il rispetto delle norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e chiarire che genere di rapporto ci fosse tra il professionista e il cinquantenne, nonché verificare in virtù di cosa fosse stato allestito quel laboratorio in una di quelle abitazioni che normalmente vengono utilizzate come "appoggio" per il custode dello stabile.

Una volta acquisite queste informazioni gli investigatori del commissariato San Lorenzo e il personale dell’Ispettorato del lavoro dell’Asp valuteranno, sotto il coordinamento della Procura, eventuali profili penali nei confronti dell’odontotecnico. Ieri il cinquantenne è stato sottoposto a un intervento di Chirurgia plastica del Civico al termine del quale è stato trasferito in una stanza del reparto di Rianimazione. La prognosi resta riservata per il momento. L’uomo, colpito con violenza dai frammenti di metallo, rischia di perdere la vista da un occhio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Lorenzo, esplosione in una casa trasformata in laboratorio odontotecnico: grave un cinquantenne

PalermoToday è in caricamento