Balla col padre e sbatte la testa contro il ventilatore, fuori pericolo la bimba di 2 anni

A ricostruire a PalermoToday quanto accaduto durante una festa in un locale a Monreale è la zia: "E' stato un incidente, mio cognato era distrutto". La piccola, sottoposta a un intervento al Civico e poi sedata, è stata trasferita nel reparto di Chirurgia

L'ospedale dei bambini

Ancora qualche giorno e quanto successo domenica durante una festa in un locale a Monreale, quando le pale del ventilatore l’hanno colpita alla testa, sarà soltanto un brutto ricordo. E' fuori pericolo la bambina di 2 anni ricoverata al Di Cristina e sottoposta a un intervento chirurgico per ridurre le lesioni riportate alla testa dopo un incidente che ha rischiato di trasformarsi in tragedia.

A ricostruire gli attimi di terrore vissuti quella sera è la zia della bambina. "Mia nipote - racconta a PalermoToday la donna - si trovava fra le braccia di suo padre, un uomo di un metro e novanta. Stavano ballando quando mio cognato l’ha sollevata. Purtroppo non si era accorto che il ventilatore fosse in funzione e le pale hanno colpito la bimba in fronte provocandole una ferita".

I primi soccorsi sono stati prestati da una dottoressa del 118 che si trovava fra gli invitati. "Quando si sono resi conto che le usciva sangue - aggiunge la zia - sono saliti in macchina e hanno raggiunto l’ospedale più vicino, l'Ingrassia. I medici hanno detto alla famiglia che non potevano darle i punti perché era consigliabile fare prima accertamenti. E così sono andati all’Ospedale dei bambini".

Dalla struttura di via dei Benedettini la piccola è stata portata nottetempo al Civico per l’intervento chirurgico al termine del quale è stato indotto il coma farmacologico. Poi il trasferimento al Di Cristina, nel reparto di Terapia intensiva. "Siamo stati lì tutta la notte - conclude - a pregare con mia sorella, che tra l’altro è incinta, e mio cognato, distrutto per l’accaduto perché si sentiva responsabile".

Le condizioni della bambina fortunatamente sono migliorate nel giro di 24 ore e quindi non è stato più necessario, fanno sapere dalla direzione sanitaria del Civico, trattenere la bambina in Terapia intensiva. Per questo è stato disposto il trasferimento nel reparto di Chirurgia per seguire la sua ripresa prima delle definitive dimissioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Nuovo Dpcm "spacca weekend" e spostamenti vietati: si cambia colore tra sabato e domenica?

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Musumeci chiede la zona rossa a Conte: "Altrimenti firmo io l'ordinanza"

  • Nuovo Dpcm: Governo conferma l'ipotesi dello stop all'asporto per i bar dopo le 18

  • La quindicenne costretta a prostituirsi: "Mi davano anche 150 euro a rapporto, ero un oggetto"

Torna su
PalermoToday è in caricamento