Cronaca

“Turbativa in una gara dell’Asp” Rimosso e indagato Cirignotta

A denunciare l'accaduto il governatore Crocetta che oggi è andato in Procura. L'indagine riguarda la fornitura agli ospedali di pannoloni e altro materiale sanitario per oltre 40 milioni di euro. Battaglia nuovo commissario

Turbativa d’asta per una gara di appalto di diverse decine di milioni di euro (si parla di oltre 40) per fornitura di materiale sanitario che vede coinvolti alcuni dirigenti dell’Asp 6. Il presidente della Regione Rosario Crocetta è andato in procura a Palermo per formalizzare una denuncia davanti al procuratore Francesco Messineo e all'aggiunto Leonardo Agueci, il magistrato che coordina il pool di pm che indagano sui reati contro la pubblica amministrazione. Crocetta ha revocato l’incarico al manager, Salvatore Cirignotta, che adesso è indagato. Al suo posto è già stato assegnato il ruolo di commissario, per due mesi, ad Adalberto Battaglia.

Ad annunciare l’esposto è stato lo stesso Governatore durante una conferenza stampa “Abbiamo scoperto una situazione gravissima - ha detto Crocetta - un tentativo di turbativa d'asta presso una Asp siciliana per una gara di appalto di diverse decine di milioni di euro per fornitura di materiale sanitario che vede coinvolti alcuni dirigenti. La turbativa era ancora in corso. Nel giro di pochi giorni si sarebbe completato l'iter. Non potevamo perdere tempo e abbiamo deciso di denunciare tutto”. La turbativa riguarderebbe la gara per la fornitura agli ospedali siciliani di pannoloni e altro materiale sanitario per un importo di oltre 40 milioni di euro, bandita dall'Asp di Palermo a luglio scorso.

Crocetta ha anche raccontato ai pm che un dirigente dell'Asp sarebbe stato aggredito con un coltello e derubato della valigetta in cui aveva i documenti che avrebbero provato la turbativa. “La notizia - ha spiegato Crocetta - l'abbiamo appresa dai canali dell'amministrazione non dalla persona aggredita”. “E’ stata una giornata di grande commozione per l'assessore alla Sanità Lucia Borsellino - ha sottolineato - ha compiuto un atto che non aveva mai fatto prima, andando in quell'ufficio dove accanto c'era la stanza del padre”.

Ma l'indagine rischia di allargarsi perchè i magistrati stanno passando al setaccio anche altre gare bandite dall'Asp per capire se il tentativo di inquinamento sia la punta dell'iceberg di un sistema. I carabinieri questa mattina hanno perquisito la casa e gli uffici dell'ex commissario. La gara è stata bandita quando Cirignotta era direttore generale dell'Asp. Gli investigatori, coordinati dall'aggiunto Leonardo Agueci, stanno cercando tutti i documenti relativi alla vicenda.
 

Quindi presidente Rosario Crocetta ha revocato l’incarico al manager, Salvatore Cirignotta. Al suo posto è già stato assegnato il ruolo di commissario, per due mesi, ad Adalberto Battaglia, ex giudice del Tribunale per i minorenni e presidente di sezione di Corte d’Appello a Palermo, oggi in pensione. “Cado dalle nuvole - ha dichiarato Cirignotta - non ho ricevuto alcuna comunicazione ufficiale. Domattina verificherò l'attendibilità di queste voci che mi sono state riferite.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Turbativa in una gara dell’Asp” Rimosso e indagato Cirignotta

PalermoToday è in caricamento