rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Via del Vespro

Policlinico, donna muore al pronto soccorso: la Procura apre un'inchiesta

Francesca Maria Buscemi, 38 anni, è arrivata riferendo di avere dolori al petto e nausea. Dopo l'attribuzione del codice giallo il marito si è allontanato e, circa un'ora dopo, la donna è deceduta. Sequestrata la cartella clinica, disposta autopsia

Morta poco dopo essere arrivata in ospedale. Una madre di 38 anni, Francesca Maria Buscemi, è deceduta lo scorso sabato al pronto soccorso del Policlinico. Dopo la denuncia del marito, il quale l’aveva accompagnata in auto in compagnia di uno dei due figli piccoli, la Procura ha disposto l’autopsia sul corpo della donna e ha aperto un’inchiesta per fare luce sull’accaduto.

La 38enne sarebbe arrivata al pronto soccorso intorno alle 6.30. Gli infermieri del triage - ai quali ha riferito di soffrire di ernia iatale, di avere dei dolori lancinanti al petto e un forte senso di nausea - le hanno attribuito il codice giallo. Mentre il marito usciva dall’ospedale per andare a parcheggiare l’auto, insieme al figlio di 4 anni, la donna ha accusato un malore ed è stramazzata al suolo battendo la testa. Immediatamente il personale sanitario ha provato a rianimarla praticandole un massaggio cardiaco e utilizzando il defibrillatore.

In poco più di un’ora la situazione è precipitata e i medici, nonostante le varie manovre, hanno dovuto segnare l’ora del decesso. I familiari, supportati da un avvocato, hanno denunciato l’accaduto ai carabinieri e sono state quindi poste sotto sequestro sia la salma sia la cartella clinica. Il magistrato di turno ha disposto l’esame autoptico sul corpo della Buscemi la quale, secondo quanto riferito da un’amica, non soffriva di alcuna patologia al cuore ed effettuava regolarmente controlli medici che non avrebbero fatto emergere nulla.

A coordinare le indagini il sostituto procuratore aggiunto Maria Forti e l’aggiunto Ennio Patrigni. La donna, che collaborava in uno studio di consulenza fiscale per arrotondare e contribuire all’economia familiare, viveva nella zona della Zisa e ultimamente era triste per la recente scomparsa della madre. Per un altro presunto caso di malasanità hanno presentato denuncia i genitori di un bambino nato morto durante il parto nella clinica Candela.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Policlinico, donna muore al pronto soccorso: la Procura apre un'inchiesta

PalermoToday è in caricamento