Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Retata alla Regione, i nomi dei politici investiti dallo “tsunami”

Al centro dell'inchiesta, oltre a Cascio e Scoma, ci sono gli ex assessore al Lavoro Carmelo Incardona e Santi Formica, Nicola Leanza, Gaspare Vitrano e Salvino Caputo. Secondo l'accusa avrebbero giovato del "sistema Giacchetto" usando i fondi della Formazione

Francesco Scoma @Tm news-infophoto

Terremoto alla Regione. Anche se, visti i nomi dei politici coinvolti, non è esagerato parlare di vero e proprio tsunami. Al centro dell’inchiesta ci sono il senatore del Pdl Francesco Scoma, l’ex presidente dell’Ars Francesco Cascio, gli ex assessori al Lavoro Carmelo Incardona (An) e Santi Formica (Pdl), l’ex assessore al Lavoro e attuale deputato regionale Nicola Leanza (ex Udc), l’ex deputato regionale del Pd Gaspare Vitrano, Salvino Caputo (ex deputato regionale Pdl, di recente decaduto dall'Ars per via di una condanna). A centro dello scandalo la “madre” di tutti gli scandali siciliani: la formazione professionale.

TUTTI I NOMI DEGLI ARRESTATI

Secondo le indagini della Procura sarebbero stati sorretti dal cosiddetto “sistema Giacchetto”. Le cospicue somme di denaro della Formazione professionale sarebbero stati utilizzati per il finanziamento di campagne elettorali, viaggi, regali di ogni genere, biglietti per lo stadio ma anche per le prestazioni di escort. Agli indagati non vengono contestati tutti i reati, ma l’accusa comune è di aver fatto un uso “improprio” di risorse pubbliche.

Nel registro degli indagati a piede libero figura anche Rinaldo Sagramola, ex amministratore delegato del Palermo, per una presunta truffa legata all'emissione dei due fatture da 29 mila euro al Ciapi per spazi pubblicitari mai dati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Retata alla Regione, i nomi dei politici investiti dallo “tsunami”

PalermoToday è in caricamento