Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

"Concorsi truccati e cattedre pilotate", il professore Parlato sospeso per sei mesi

Il docente di Scienze delle finanze Andrea Parlato, ormai in pensione, è coinvolto nell'inchiesta della Procura di Firenze sul mondo universitario. Avrebbe raccomandato la figlia Maria Concetta, scontrandosi con un altro docente che supportava due suoi candidati

Foto archivio

Il professore Andrea Parlato, 85 anni, ex ordinario di Scienze delle finanze e professionista tra i più affermati in città per faccende relative al diritto tributario non potrà avere incarichi in ambito accademico per sei mesi. Lo ha deciso il gip di Firenze, Antonio Pezzuti. Il docente è convolto nell'inchiesta "Chiamata alle armi" condotta dalla guardia di finanza di Firenze sul mondo dell'università (59 indagati in tutta Italia). Secondo gli inquirenti, l'assegnazione di cattedre e incarichi non avveniva in modo limpido, anzi. C'era una fitta rete di contatti tra docenti che "piazzavano" questo o quel candidato secondo regole ed equilibri ben lontani dai meriti accademici.

L'indagine è partita dal tentativo di un docente universitario di indurre un ricercatore universitario, candidato al concorso per l’abilitazione scientifica nazionale all’insegnamento nel settore del diritto tributario, a “ritirare” la propria domanda per favorire un terzo candidato in possesso di un curriculum inferiore, ma "sponsorizzato" promettendogli che si sarebbero adoperati con la competente commissione giudicatrice per la sua abilitazione in una successiva tornata. Il ricercatore si è però rivolto alla magistratura. Gli incarichi, per l'accusa, erano assegnati "secondo logiche di spartizione territoriale e di reciproci scambi di favori, con valutazioni non basate su criteri meritocratici bensì orientate a soddisfare interessi personali, professionali o associativi"

Alla Sicilia sono dedicate diverse pagine dell'inchiesta. Un episodio su tutti: l’abilitazione della figlia di Parlato, Maria Concetta, per diventare docente universitario. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, nel 2015 il padre Andrea avrebbe fatto pressioni sulla commissione d’esame. Avrebbe però trovato un ostacolo in Salvatore Sammartino, (anche lui indagato e già sospeso dall'insegnamento) interessato a far passare due suoi candidati.

Coinvolto nell'inchiesta anche l'ex ministro Augusto Fantozzi. Per lui il gip ha disposto l'interdizione per nove mesi dall'insegnamento. Un provvedimento di analoga durata è stato deciso per i colleghi Andrea Fedele, 77 anni, di Roma, e Francesco Tesauro, 73 anni, salernitano residente a Milano. Sei mesi di interdizione, invece, sono stati decisi oltre che per Parlato, anche per Giovanni Eugenio Marongiu, 61 anni, nato a Torino e residente a Genova. Un anno di interdizione invece per il 78enne Pasquale Russo, napoletano trapiantato a Firenze. Altri 29 docenti erano già stati interdetti dall'insegnamento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Concorsi truccati e cattedre pilotate", il professore Parlato sospeso per sei mesi

PalermoToday è in caricamento