Assenteismo, inchiesta su vigili urbani e dipendenti del Coime

La segnalazione che ha dato il via all’inchiesta è arrivata da un agente della polizia municipale che ha visto un operaio comunale “strisciare” dieci badge. Alcuni vigili hanno dichiarato di essere all’oscuro riguardo questa vicenda. Orlando: “La musica è cambiata"

(foto archivio)

Vigili urbani e dipendenti del Coime sotto inchiesta per assenteismo. Sono in tutto 84 i nomi contenuti all’interno del fascicolo aperto dalla Procura palermitana, 48 i caschi bianchi e 36 operai comunali. A coordinare il tutto i pm Daniel Varone e Francesco Del Bene. La posizione di 420 agenti della polizia municipale dovrà ancora passata al vaglio. Duro commento di Orlando: “Qualcuno non si è forse accorto che la musica in questa città è cambiata”.

Le indagini sarebbero partite dalla segnalazione di un vigile, che aveva visto con i propri occhi un dipendente del Coime, il Coordinamento interventi di manutenzione edile del Comune, passare dieci badge sotto il lettore posto all’ingresso del comando di via Dogali. Alcuni agenti hanno dichiarato di essere del tutto all’oscuro riguardo alla vicenda che li vede coinvolti, sostenendo che le tessere sarebbero state passate da altri a loro insaputa. Anche il comandante Vincenzo Messina, accompagnato ai dirigenti, avrebbe riferito alcune informazioni alla magistratura. 

Le irregolarità riscontrate sono state riprese dalle telecamere poste all’ingresso del comando dei vigili, dove alcuni agenti sarebbero stati immortalati a “strisciare” il badge per conto di alcuni colleghi. O ancora mariti a fare la stessa operazione per le loro mogli. Ma i magistrati stanno indagando anche sul presunto abuso del codice 46, una procedura che consente agli impiegati comunali di entrare e uscire per cause di servizio. Il sindaco Orlando: “Resistono certe vecchie abitudine che la magistratura ci dirà se sono reati”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento