Notte di fuoco in via Gino Marinuzzi, scooter incendiato davanti a un centro di formazione

Vigili del fuoco e polizia sono intervenuti nella sede del "Centro di studi e ricerche" nella zona di corso Calatafimi. I testimoni raccontano di aver visto due persone a volto coperto scappare dopo aver appiccato le fiamme. Indagini in corso

Lo scooter in fiamme davanti al Centro studi e ricerche

Scooter dato alle fiamme davanti alla sede di un centro di formazione professionale. Ha il “sapore” dell’intimidazione (o di una ritorsione) l’incendio avvenuto intorno alle 22 di ieri sera in via Gino Marinuzzi, nella zona di corso Calatafimi. Nel mirino il "Centro studi e ricerche". Sul posto sono intervenute due squadre dei vigili del fuoco e due volanti di polizia.

A lanciare l’allarme alcuni residenti, spaventati dalle fiamme che hanno danneggiato l’unità esterna di una pompa di calore del centro di formazione e lambito il balcone di un appartamento che si trova al primo piano del palazzo al civico 11. Una volta domato il rogo gli agenti di polizia hanno cercato di ricostruire l’accaduto, anche grazie ai potenziali testimoni, per chiarire il movente dell'incendio.

Secondo quanto riferito da alcuni testimoni potrebbe non essere trattato di un incidente: "Prima ho visto una fiammata alzarsi improvvisamente, poi due persone a volto coperto che sono scappate". Sul posto non sono state trovate bottiglie contenenti liquido infiammabile né altro di sospetto, ma la fuga di quei due lascerebbe intendere che dietro il rogo ci fosse un piano ben preciso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il dubbio che possa essere stato un avvertimento è sorto dopo i primi accertamenti della polizia, che cercando dettagli sullo scooter avvolto dalle fiamme si sono accorti che si trattava di un Aprilia di proprietà di un condomino del palazzo al civico 11 (e non rubato come comunicato inizialmente dalla polizia, ndr). Solo tanta paura per gli inquilini dell’appartamento che si trova al primo piano, proprio sopra il centro studi, che grazie al tempestivo intervento del 115 non ha subito alcun danno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: scatta il coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus, Musumeci gela tutti: "Prima o poi arriveremo alla chiusura totale"

  • Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci

  • Regione, nuova stretta anti Covid: locali chiusi alle 23, dad nei licei e trasporti dimezzati

  • In strada contro il Dpcm: ai Quattro Canti scoppia la guerriglia

  • Arancine, panelle e blatte: chiusa rosticceria abusiva nel cuore di Boccadifalco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento