Incendio a Carini, in fiamme i rifiuti industriali della Sidermetal

Le fiamme sono divampate nello spiazzale dello stabilimento dell'azienda che si occupa recupero, demolizioni e bonifiche. Sul posto sette squadre dei vigili del fuoco. Sotto monitoraggio l'inquinamento dell'aria

I rifiuti in fiamme alla Sidermetal di Carini

Incendio a Carini, bruciano rifiuti industriali. Una densa nube di fumo nero si è alzata dallo stabilimento della Sidermetal, che si trova al chilometro 281 della strada statale 113. Sul posto sono intervenute sette squadre dei vigili del fuoco, messi a dura prova dal rogo che ha interessato pezzi di metallo, plastica e altro ancora che potrebbero aver sprigionato particelle nocive per l’uomo. Per questa ragione i pompieri stanno anche monitorando il livello di inquinamento dell’aria.

L’allarme al 115 è arrivato proprio dallo stabilimento dove, per cause ancora da accertare, è divampato l’incendio che ha interessato un grosso cumulo di rifiuti e scarti vari accatastato nello spiazzale della Sidermetal. Un episodio simile è avvenuto lo scorso 22 marzo, sempre a Carini, nello stabilimento della Ecofarma. In quell’occasione sarebbero state delle batterie al litio a provocare l’esplosione all’interno del macchinario utilizzato per la termodistruzione di rifiuti ospedalieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Sembrerebbe che alcuni pezzi di gomma piuma - spiega a PalermoToday il sindaco di Carini, Giovì Montelone - si siano incagliati negli ingranaggi di qualche macchinario sprigionando il fuoco. Our avendo lì le manette antincendio gli operai non sono riusciti a domare l'incendio prima che si propagasse. Potrebbero essere state prodotte diossine, questo lo stabiliranno le analisi, ma fortunatamente ci troviamo distanti dal centro abitato. Saranno le autorità preposte a verifichare eventuali inadempienze o negligenze. Non ci sono danni a cose o persone. Sul posto anche la Protezione civile e la polizia municipale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: scatta il coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus, Musumeci gela tutti: "Prima o poi arriveremo alla chiusura totale"

  • Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci

  • Regione, nuova stretta anti Covid: locali chiusi alle 23, dad nei licei e trasporti dimezzati

  • In strada contro il Dpcm: ai Quattro Canti scoppia la guerriglia

  • Arancine, panelle e blatte: chiusa rosticceria abusiva nel cuore di Boccadifalco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento