rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca

Incendio a Bellolampo, le precisazioni della Rap sulle modalità di contenimento del rogo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

In merito all’incendio divampato nel polo impiantistico di Bellolampo, si informa che le attività di contenimento e successivo spegnimento dei focolai sono state coordinate dalle competenti autorità regionali, comunali, autorità militari (vigili del fuoco, prefettura, protezione civile, forestale, Amministrazione comunale) in collaborazione con l’Azienda Rap.

Gli interventi di spegnimento dei focolai si sono basati esclusivamente sulle tecniche che prevedono l’abbassamento del livello di ossigeno per mezzo di significative quantità di terra (cosiddetto soffocamento). Le bonifiche con questa tecnica sono state utilizzate già nel pomeriggio del 18 Agosto, quando è scaturito l’incendio, dalle maestranze e con i mezzi della Rap.

Non è stata mai utilizzata l’acqua, nè attraverso le autobotti nè con i canadair, in quanto considerato intervento non idoneo perché sarebbe vaporizzata quasi istantaneamente, viste le alte temperature della parte dove si sono anche toccati i 150 gradi, ma soprattutto avrebbe potuto creare altre criticità così come suggerito dagli esperti. Questo ovviamente ha rallentato le azioni di spegnimento e ha circoscritto il fuoco evitando che andasse oltre la VI vasca. 

In aggiunta alle attività utilizzando la tecnica del cosiddetto “soffocamento” del fuoco con l’utilizzo della terrà sono state regolarmente effettuate tutte le azioni suggerite dagli esperti e di competenza, come convenuto nel corso delle diverse riunioni avvenute in prefettura, tra cui i presidi in discarica di diversi uomini e mezzi h24. In campo anche l’utilizzo di pale meccaniche e cingolate sia di proprietà aziendali che di altri enti a supporto degli operatori dell’area impianti.

Queste ulteriori azioni si aggiungono alle procedure già intraprese con immediatezza la notte del 18 agosto che hanno assicurato sempre la funzionalità dell’impianto. Nessun altro sito della discarica di Bellolampo è stato infatti interessato dai fuochi e non c’ è stata nessuna interruzione del pubblico servizio in quanto i conferimenti dei rifiuti provenienti dalla raccolta sono stati regolari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio a Bellolampo, le precisazioni della Rap sulle modalità di contenimento del rogo

PalermoToday è in caricamento