rotate-mobile

VIDEO | L'incendio sulla Superba, ecco cosa resta dei mezzi dopo l'inferno dentro la nave

A oltre due settimane dal rogo divampato sull'imbarcazione della Gnv è stata riaperta la rampa che porta al ponte maggiormente colpito dalle fiamme. Nelle immagini riprese all'interno del garage D si vedono i tir carbonizzati con i loro carichi, perlopiù costituiti da generi alimentari

All'interno del ponte 4, garage D, della motonave la Superba, sembra di trovarsi davanti a uno scenario apocalittico: un tunnel buio pieno di autoarticolati carbonizzati in mezzo alla fuligine, pezzi di plastica squagliati e i residui dello schiumogeno antincendio utilizzato per domare il rogo divampato la sera del 14 gennaio, poco prima che la Superba lasciasse il porto di Palermo per raggiungere quello di Napoli.

"Dentro quella nave - spiega a PalermoToday il titolare di una ditta, Giuseppe Marino - c'era un nostro autoarticolato, che avevamo acquistato usato, del valore di oltre 100 mila euro. C'era un carico di fragole che avremmo dovuto consegnare tra Napoli, Roma e Firenze. Ancora non abbiamo visto il tir, ma è tutto distrutto. Stiamo lavorando con un mezzo più piccolo, ma praticamente non possiamo fare granché".

L'imprenditore racconta delle difficoltà che lui e i colleghi stanno vivendo dopo l'incendio che è stato spento. "Purtroppo - aggiunge Marino - ci era già capitato con la Vincenzo Florio della Tirrenia. Ci siamo rivolti a un tecnico del tribunale di Marsala con cui, non appena ci daranno il via libera, dovremo un sopralluogo all'interno del garage per valutare l'entità dei danni. Poi dovremo rivolgerci all'assicurazione".

Il mittente della spedizione, spiega ancora l'imprenditore, presto invierà la fattura a chi aveva affidato 29 pedane di fragole dirette al Nord Italia: "Solo in un secondo momento potremo rivolgerci all'assicurazione che, però, ci ha già detto che dovremmo attendere le determinazioni da parte della Procura e della Gnv. Noi siam Un mio ex dipendente, che si era messo in proprio, ha perso il suo mezzo ed è disperato".

Una volta terminate le operazioni di spegnimento da parte delle squadre del 115, i magistrati hanno aperto un fascicolo delegando alla Capitaneria di porto, anche sulla scorta delle relazioni scritte dai vigili del fuoco, una serie di accertamenti che serviranno a chiarire cosa abbia scatenato il rogo e se gli impianti di cui è dotata la motonave abbiano funzionato correttamente.

Negli ultimi giorni sono stati sbarcati tutti gli altri mezzi rimasti a bordo della Superba, nei garage che non sono stati colpiti dalle fiamme. "Dai garage C/B/A sono stati sbarcati 60 autoveicoli e 34 mezzi pesanti. Sono stati esclusi - ha spiegato la Capitaneria di porto - i mezzi del garage D. Successivamente si valuterà di spostare la nave nei pressi della diga foranea del porto, per il successivo avvio in cantiere".

In allegato una foto scattata nel garage D poco prima della partenza

Si parla di

Video popolari

PalermoToday è in caricamento