Incendio al Capo, fiamme in un magazzino trasformato in casa: morto un uomo

Per cause ancora da accertare un rogo è divampato intorno alle 4.45 in cortile Scalilla, vicino via Sant'Agostino. La vittima è un 74enne. Sul posto la polizia e i vigili del fuoco chiamati dai vicini, svegliati nella notte dalla puzza di bruciato

Il frame di un video girato da un residente

E' morto in casa sua, tra le fiamme che lo avrebbero sorpreso nel sonno. Tragedia questa notte nella centralissima zona del Capo, in un locale che si trova al piano terra di un palazzo in cortile Scalilla, vicino via Sant'Agostino. La vittima è un uomo di 74 anni, originario della Tunisia ma residente a Palermo da decenni, che viveva in un magazzino trasformato in abitazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'allarme è stato lanciato intorno alle 4.58 dai vicini, svegliati da alcuni rumori sospetti e dalla puzza di bruciato. Sul posto sono intervenute due squadre del 115 e le pattuglie di polizia. Per l'uomo però non c'era più nulla da fare. Una volta domato il rogo, i vigili del fuoco hanno eseguito un sopralluogo per chiarire cosa abbia scatenato l'incendio.

Stando alle prime informazioni l'incendio sarebbe divampato per cause accidentali. L'ipotesi più accreditata è quella del malfunzionamento di una stufa dalla quale sarebbero partite le fiamme che hanno rischiato di travolgere anche un'abitazione al piano superiore. I familiari della vittima sono stati avvisati e presto raggiungeranno la Sicilia per effettuare il riconoscimento del cadavere. Indagini in corso.

"Ancora una volta - scrive sui social Ottavio Zacco, presidente della prima circoscrizione - il Capo piange la morte di un uomo bruciato in un magazzino. Una morte terribile, causata dalla solitudine, dal degrado e purtroppo pure dalla testardaggine di chi non vuole farsi aiutare, da un quartiere nobile. Buon viaggio Elby".

Immagini di Stefano Lucchesi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Nuovo Dpcm "spacca weekend" e spostamenti vietati: si cambia colore tra sabato e domenica?

  • Grida "mamma" e si accascia in cucina, morta bimba di 9 anni ad Acqua dei Corsari

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Musumeci chiede la zona rossa a Conte: "Altrimenti firmo io l'ordinanza"

  • La quindicenne costretta a prostituirsi: "Mi davano anche 150 euro a rapporto, ero un oggetto"

Torna su
PalermoToday è in caricamento