Due incendi nella notte, danneggiata agenzia funebre: "E' stata un'intimidazione"

Non hanno dubbi i titolari dell'attività che si trova a Casteldaccia. Qualcuno avrebbe sfondato la vetrina con un'auto per poi gettare del liquido infiammabile, appiccare il fuoco e scappare. Meno di un'ora dopo, a Bagheria, un'altra auto è stata divorata dalle fiamme. Si teme che fra i due episodi ci sia un collegamento

L'incendio a Casteldaccia (foto uStratunieddu.it)

Due incendi a distanza di meno di un’ora l’uno dall’altro e il sospetto che possa esserci un collegamento fra i due episodi. I vigili del fuoco e i carabinieri sono intervenuti nella notte, intorno a mezzanotte, per domare le fiamme divampate all’interno di Cs Servizi Funebri di piazza Matrice, a Casteldaccia.

Secondo una prima ricostruzione qualcuno avrebbe sfondato la vetrina dell’attività utilizzando un’auto, forse una Fiat Panda, per poi versare del liquido infiammabile e appiccare il rogo. Mentre le forze dell’ordine e gli uomini del 115 stanno terminando i rilievi, i titolari dell’attività sembrano non avere dubbi: “Si tratta di un incendio doloso”.

All’interno dell’agenzia funebre non ci sono telecamere di sicurezza, che sono invece installate nella piazza di Casteldaccia. “L’auto - continuano - è servita per aprire un varco ed è sicuramente la stessa incendiata poco dopo”. I gestori dell’attività si riferiscono al secondo incendio registrato nella notte, questa volta a Bagheria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Altre due squadre dei vigili del fuoco sono infatti intervenute nel comune vicino, in via Carlo Alberto dalla Chiesa, dove le fiamme hanno distrutto una Fiat Panda parcheggiata all’incrocio con via Giorgio Vasari. Saranno le indagini a decretare definitivamente se i due episodi siano collegati o meno e se, dunque, si sia trattato di un episodio di intimidazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stretta anti covid, ecco l'ordinanza: mascherine all'aperto, divieto di stazionare in strada

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • Il "re del pollo fritto" arriva a Palermo, apre il colosso Kfc: 40 nuovi posti di lavoro

  • Via dei Cantieri: si sente male mentre passeggia, entra in un centro estetico e muore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento