Incendio ai giardini della Zisa, il racconto: "Li ho visti, è stata una gang di ragazzini"

Hanno piazzato rami e sterpaglie attorno ad un palo dell'illuminazione e poi hanno appiccato il fuoco. Il "testimone" è Salvo Altadonna, consigliere della quinta circoscrizione: "E' lo stesso branco che negli ultimi mesi si è distinto per altri atti vandalici"

L'incendio alla Zisa

Hanno piazzato rami e sterpaglie attorno ad un palo dell'illuminazione e poi hanno appiccato il fuoco. Incendio ieri sera ai giardini della Zisa. A raccontare la vicenda è Salvo Altadonna - consigliere della quinta circoscrizione - il primo a essere giunto sul posto e ad avere allertato i vigili del fuoco, forze dell'ordine e Amg per verificare l’entità del danno che ha visto parte dell’impianto elettrico spegnersi a causa delle fiamme.

"Li ho visti, erano dei ragazzi all'incirca tra i dodici e i sedici anni, presumibilmente lo stesso branco che negli ultimi mesi si è distinto nel quartiere per aver divelto le giostre dei giardini della Zisa o aver vandalizzato il plesso Pascoli - racconta Altadonna -. Li ho visti fuggire non appena ho fermato la mia automobile in prossimità dell'incendio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

i. c. colozza/bonfiglio, catalano, altadonna: presentato il nuovo libro francesca cavallaro -3Poi il consigliere sottolinea: "Le nostre periferie stanno diventando ghetti. Abbiamo il dovere di accendere le luci laddove rischiamo di far spegnere anche la speranza. Speranza che ancora coltivano le scuole, le parrocchie e le tante associazioni che nei nostri quartieri vivono la loro missione. Milioni e milioni di euro investiti nei quartieri decentrati della nostra città sembrano svaniti nel nulla. Sempre più spesso leggiamo un vero e proprio bollettino di guerra che denuncia proprio la povertà educativa della nostra città. Non possiamo considerare episodici o irrilevanti i ripetuti atti di vandalismo sulla targa di Impastato al Cep o sulla statua di Falcone allo Zen o ancora all’interno delle scuole della quinta circoscrizione, se così fosse faremmo un errore che pagheremo caro in un futuro ormai prossimo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stretta anti covid, ecco l'ordinanza: mascherine all'aperto, divieto di stazionare in strada

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

  • Reddito di cittadinanza, per il mese di sospensione potranno essere chiesti i buoni spesa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento