Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca Montepellegrino / Via Ammiraglio Thaon di Revel

Incendio in via Thaon de Revel, fiamme nell’ex fabbrica Ancione

Secondo una prima ricostruzione i dipendenti di una ditta, che erano impegnati nelle operazioni di bonifica, stavano lavorando su un silos all'interno del quale si trovavano dei residui di materiale bituminoso. Da qui il rogo che ha provocato l'incendio

L'intervento dei vigili del fuoco

Fiamme nell’ex fabbrica Ancione. Un incendio è divampato questa mattina all’interno dell’area che si trova in via Thaon de Revel, in zona Fiera, scatenando una densa colonna di fumo nero. Sul posto sono intervenute tre squadre dei vigili del fuoco.

Secondo una prima ricostruzione i dipendenti di una ditta, impegnati nelle operazioni di bonifica, stavano lavorando su un silos all’interno del quale c'erano dei residui di materiale bituminoso. Da uno degli attrezzi utilizzati, al contatto con qualche parte metallica e della lana di roccia, sarebbe partita la scintilla che ha poi provocato l’incendio.

In poco più di un’ora i vigili del fuoco sono riusciti a domare il rogo e a impedire che le fiamme sprigionassero ulteriormente fumi tossici. Per questa ragione la situazione, sotto il profilo dell’inquinamento, è stata tenuta sotto controllo dal nucleo specializzato del 115 e non desterebbe alcuna preoccupazione.

L’area dell’ex fabbrica Ancione era stata sequestrata nel 2014 dalla polizia e dai vigili urbani che avevano trovato al suo interno rifiuti tossici tra cui anche amianto. In quell’occasione cinque persone erano state denunciate all’autorità giudiziaria per traffico e gestione illecita di rifiuti ed era inoltre stata sequestrata una macchina operatrice. I rifiuti provenienti dalla demolizione dell’impianto e diversi quantitativi di rottami ferrosi, contaminati da sostanze oleose, sarebbero stoccati direttamente sul terreno senza alcuna impermeabilizzazione.

Lo scorso 17 settembre il Dipartimento regionale dell’acqua e dei rifiuti ha emesso un decreto, firmato dal dirigente Salvatore Cocina, con cui approvava l’analisi di rischio del piano di caratterizzazione e chiedeva alla Antonino Ancione spa, in liquidazione, la rimozione di tutte le fonti primarie e secondarie di contaminazione. I lavori, avviati il 24 settembre scorso, sono stati affidati alla Sicose srl di Partinico nella qualità di promettente acquirente del sito.

"Stavamo terminando la dismissione degli ultimi 8 silos quando è avvenuto l'incidente che fortunatamente non ha causato grossi danni. Successivamente - dice l'ingegnere Alfredo Cannone, della Sicose srl - passeremo alle condutture interrate ed entro un mese l'area sarà bonificata". Secondo alcuni rumors in quest'area dovrebbe nascere un supermercato Lidl.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio in via Thaon de Revel, fiamme nell’ex fabbrica Ancione

PalermoToday è in caricamento