Cronaca

Incendio ai cantieri navali, morto l'operaio rimasto ustionato

Non ce l'ha fatta Alessandro Di Trapani, rimasto coinvolto nel rogo che ha investito la nave Cossyra che si trovava nel bacino per la manutezione. Trasportato d'urgenza al Civico, le sue condizioni erano apparse subito gravi, con ustioni su tutto il corpo

Incendio ai cantieri navali, muore Alessandro Di Trapani (foto archivio)

Non ce l'ha fatta l'operaio rimasto ustionato dopo l'incendio ai cantieri navali. Si è spento questa mattina all'ospedale Civico Alessandro Di Trapani. Fatali per lui le ferite riportate dopo il rogo che ha investito quattro giorni fa la nave Cossyra, all'interno del bacino palermitano per un intervento di manutenzione. L'elettricista 41enne di una ditta napoletana aveva riportato gravi ustioni su tutto il corpo.

A nulla sono serviti i tentativi di salvataggio operati dai medici del trauma center, dove l'uomo era arrivato in condizioni già critiche. Messaggio di solidarietà alla famiglia da parte del sindaco Leoluca Orlando: "Sono e sarò con voi perché sia fatta verità e giustizia per questa terribile tragedia che vi ha colpito". Ieri il primo cittadino si era incontrato con i familiari di Alessandro Di Trapani in ospedale, dove si era recato per informarsi con i medici del reparto di rianimazione sulle condizioni dell’operaio vittima dell’incidente sul lavoro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio ai cantieri navali, morto l'operaio rimasto ustionato

PalermoToday è in caricamento