Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Fiamme su Calampiso, in 700 evacuati con le barche: "Abbiamo visto la morte con gli occhi"

Tra loro tanti palermitani. Il racconto di una turista: "Il fuoco era sulle case, sembrava l'apocalisse. Ho preso mia figlia mentre dormiva e sono fuggita con lei in braccio". L'appello del sindaco: "Chiunque abbia un'imbarcazione dia aiuto"

I vacanzieri in attesa delle imbarcazioni - foto tratta da Facebook

"Ci hanno evacuato, siamo sulla barca. Ci stanno portando a San Vito, stiamo bene". Lo racconta in lacrime a PalermoToday Alessandra Giambona, palermitana, una delle circa 700 persone che sono state evacuate da Calampiso - il famoso villaggio turistico a due passi da San Vito Lo Capo - circondato dalle fiamme. "Siamo arrivati al porto di San Vito - ci dice qualche minuto dopo Giambona - e adesso andremo in un b&b da un nostro parente. Altri vacanzieri li stanno portando nelle scuole. Abbiamo visto la morte con gli occhi: ma io e mia figlia siamo salvi. Sembrava l'apocalisse. Mia figlia dormiva, l'ho presa dal letto e sono fuggita con lei in braccio. Il fuoco era sulle case, abbiamo lasciato tutto lì. C'erano 40 gradi e puzza di fumo ovunque, tra la gente c'era il panico. Per fortuna le forze dell'ordine sono state molto brave e hanno gestito in maniera ottima l'emergenza".

Tra i vacanzieri tantissimi palermitani. "Ci stanno evacuando", scrive su Facebook la giornalista Stella Belliotti Stagnitta. "Siamo scappati in costume e ciabatte - continua - e le fiamme vicino al nostro appartamento. Ci hanno fatto andare via sui barconi, prima donne e bambini e poi gli altri. Molti sono rimasti sulla spiaggia ad aspettare i soccorsi. Non ho nulla, solo il cellulare Abbiamo lasciato tutto lì per la paura. Dalla barca, il villaggio non si vedeva più. Era avvolto dal fumo".

Il sindaco Matteo Rizzo ha lanciato un appello, anche sui social, per chiedere a chiunque sia in possesso di imbarcazioni in buono stato di raggiungere il porticciolo per dare un aiuto nelle operazioni di evacuazione della megastruttura che si trova a San Vito Lo Capo. "E' urgentissimo!", scrive il primo cittadino. Anche da Palermo e Terrasini sono partite diverse imbarcazioni. Al momento solo tanta paura per i vacanzieri, tra cui tantissimi palermitani, ma non si registrano feriti. Il primo cittadino ha disposto anche l'apertura delle scuole per accogliere i turisti. 

"Tutti gli ospiti del nostro villaggio - rassicurano dal Villaggio - stanno bene e sono stati evacuati a San Vito Lo Capo. L'incendio è ormai quasi del tutto domato e aspettiamo il nulla osta delle autorità per riportare tutti al villaggio, dove potranno continuare a godersi la propria vacanza. Un vivo ringraziamento a tutto il personale dello Stato e ai tanti volontari che si sono messi subito a disposizione". 

Gli incendi continuano a flagellare mezza Sicilia con le fiamme che, oltre a bruciare boschi e montagne, adesso minacciano anche il villaggio vacanze. Stando a quanto scritto dal Sindaco sarebbero circa 700 le persone, tra le quali molti vacanzieri palermitani, da mettere in sicurezza dopo gli incendi che già alle prime luci dell'alba hanno iniziato ad avvicinarsi minacciosamente alla località balneare con la complicità dei forti e caldi venti. Sul posto sono intervenuti anche gli uomini della Protezione civile, della polizia municipale, della Capitaneria di porto oltre che le forze di polizia.

LEGGI ANCHE: INCENDI, ORLANDO: "GOVERNO DICHIARI LO STATO DI EMERGENZA"

Da diversi giorni l'isola è teatro di incendi, alcuni dei quali di probabile origine dolosa, mettendo a dura prova le operazioni di spegnimento da parte dei vigili del fuoco, della Forestale e dei mezzi aerei inviati dal resto d'Italia. Per domare i roghi divampati in provincia, in particolare a Monreale, Partinico, Balestrate, nella zona di Madonna del Ponte, e a Misilmeri, Petralia, Vicari e Mezzojuso.

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 20.55 - Il comando provinciale dei vigili del fuoco ha accertato che non sussistono le condizioni di sicurezza per il rientro degli ospiti a Calampiso. Molte persone hanno deciso di interrompere la vacanza e ritornare nelle città di provenienza. Lo rende noto la prefettura di Trapani che ha istituito un'unità di crisi per il coordinamento delle operazioni di spegnimento del rogo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiamme su Calampiso, in 700 evacuati con le barche: "Abbiamo visto la morte con gli occhi"

PalermoToday è in caricamento