Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Rogo Bellolampo, canadair a lavoro escluso il pericolo diossina

Un incendio divampato ieri pomeriggio ha coinvolto prima alcune sterpaglie e poi la discarica dei rifiuti. Sul posto le squadre dei vigili e del nucleo batteriologico: la situazione sarebbe sotto controllo

Continuano i roghi nel palermitano. Un incendio è divampato ieri pomeriggio sulla collina di Bellolampo, coinvolgendo prima alcune sterpaglie e poi anche una parte dei rifiuti presenti nella discarica.

Ore 10.30. L'incendio è ancora in corso ma sotto controllo. Sono intervenuti sul posto Vigili del Fuoco, Forestale e Protezione Civile. Presidio delle forze in campo tutta la notte. Il vento ha cambiato direzione allontanando la colonna di fumo dalla città. L'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente (Arpa) ha eseguito una serie di misure per valutare la qualità dell'aria.

Ore 9.00. Il rogo ha reso necessario l'impiego dei canadair, che ieri hanno potuto effettuare però soltanto un paio di lanci, salvo poi riprendere il volo questa mattina. Sul posto sono intervenute diverse squadre di Vigili del fuoco e uomini del Corpo forestale.

Ore 23,30. Da quanto comunicato dal comando provinciale dei vigili del fuoco, la situazione sarebbe sotto controllo. E’ stato escluso il rischio di un’eventuale diffusione di sostanze nocive, in particolar modo di diossina, causata dalla combustione dei rifiuti. In serata un forte odore acre aveva invaso diverse zone, facendo temere conseguenze per la salute dei cittadini. Sul posto sono tutt’ora impegnate diverse squadre dei vigili del fuoco, oltre agli uomini della Forestale. Presente anche il nucleo specializzato dei vigili del fuoco Nbcr (Nucleare, batteriologico, chimico e radiologico). Nessun pericolo per le abitazioni vicine al luogo dell'incendio. Nei giorni scorsi, le fiamme avevano mandato in fumo diversi ettari di bosco su monte Cuccio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rogo Bellolampo, canadair a lavoro escluso il pericolo diossina

PalermoToday è in caricamento