Sindaco Altofonte: "Hanno distrutto il nostro territorio, dichiareremo lo stato di calamità"

Intanto la Procura di Palermo aprirà oggi un fascicolo sull'incendio che nelle ultime 24 ore ha devastato oltre duecento ettari di bosco. Oltre 400 persone sono state evacuate, e solo nel tardo pomeriggio di ieri hanno potuto fare rientro a casa

L'incendio ad Altofonte

"Appare chiaro a tutti l'attentato che abbiamo subito, non sono servite bombe, armi, ma hanno distrutto il nostro territorio. Dichiareremo lo stato di calamità, perché la montagna per noi era vita, ossigeno, acqua e per tanti lavoro. Un attentato che ci costerà carissimo dal punto di vista di risorse e di cuore". Lo dice Angela De Luca, sindaco di Altofonte dopo l'incendio che ha distrutto centinaia di ettari di polmone verde.

"Paesaggi e luoghi che abbiamo percorso con lo sguardo, da bambini, coi nostri figli adesso non ci sono più - dice -. L'odore acre del fumo è sui nostri vestiti, sulla nostra pelle, fisso nelle pareti delle nostre case e li resterà per giorni".

"Un pensiero lo voglio rivolgere ai volontari della protezione civile, vigili del fuoco, croce rossa, 118, impiegati comunali e soprattutto operai forestali che sono ancora impegnati ad Altofonte ed in tutta la Sicilia che ancora brucia sotto i nostri occhi", dice. "Faremo la conta dei danni, fortunatamente non abbiamo subito vittime umane ma danni a macchine, abitazioni, rete idrica, pubblica illuminazione, strade, e soprattutto la nostra identità, il nostro cuore, la nostra vita", conclude.

Intanto la Procura di Palermo aprirà oggi un fascicolo sull'incendio che nelle ultime 24 ore ha distrutto oltre duecento ettari di bosco ad Altofonte. Il magistrato di turno aspetta per questa mattina l'informativa della Polizia giudiziaria per le comunicazioni di reati e poi sarà aperto formalmente il fascicolo che indagherà per incendio doloso. Ieri, il comandante provinciale dei vigili del fuoco Agatino Carrolo, intervistato dall'Adnkronos, ha spiegato che l'incendio doloso era una "ipotesi" dal momento che sono stati trovati almeno "sei focolai" in punti diversi. Ieri oltre 400 persone sono state evacuate ad Altofonte, e solo nel tardo pomeriggio di ieri hanno potuto fare rientro a casa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, è stata confermata per oggi pomeriggio, a Palazzo Orleans la seduta straordinaria del governo della Regione. All'ordine del giorno della riunione della Giunta Musumeci proprio "gli incendi dolosi che in queste ore hanno colpito l'Isola", oltre  "all'emergenza umanitaria" per gli sbarchi a Lampedusa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trabia, matrimonio da incubo: sposa investita dalle fiamme durante il flambè di benvenuto

  • Tragico incidente in via Roma, scontro auto-moto: un morto

  • Chiudono il negozio mentre sono in camerino, mamma e figlia bloccate per 2 ore da Ovs

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Coronavirus, 61 i nuovi casi in Sicilia: a Palermo un'altra vittima e un neonato contagiato

  • Sedici anni senza la voce sublime di Giuni Russo, ma a Palermo neanche una via per ricordarla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento