Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Alimena, si lancia col figlio per sfuggire al rogo: morto padre-eroe

Dopo aver aiutato la moglie di 33 anni, al quarto mese di gravidanza, ha avvolto il figlio con una coperta e si è lanciato le vuoto. Un gesto che gli ha permesso di salvare il figlio ma che, dopo giorni di agonia, gli è costata la vita. Nel rogo persero la vita anche due familiari

Foto "Migi Press"

Un gesto eroico per salvare il figlio che gli è costata la vita. Non ce l’ha fatta Fabio Rosario Oddo, 38 anni, dopo essersi lanciato da una finestra per sfuggire all'incendio che era divampato nell’abitazione di via Milano, ad Alimena. I medici che lo hanno preso in cura all’ospedale di Caltanissetta ne hanno dichiarato la morte cerebrale ieri pomeriggio.

La tragedia che ha scosso il paesino madonita è avvenuta lo scorso 2 novembre, quando le fiamme hanno avvolto il garage al piano terra. Ad avere la peggio sono stati i Francesco Paolo Oddo (70 anni) e la moglie Maria Domenica Placentino (67), morti in casa per via delle esalazioni di fumo. Il 38enne, resosi conto di ciò che stava accadendo, ha aiutato la moglie Daniela, 33 anni e incita al quarto mese, a mettersi in salvo attraverso le scale.

Subito dopo ha avvolto il figlio in un coperta bagnata e lo ha stretto a sé, prima di lanciarsi nel vuoto da una finestra. Quel volo di qualche metro era terminato nel retro della casa, più precisamente su una tettoia. Una caduta che gli era costata un trauma cranico e delle fratture alla spina dorsale. Quel gesto, però, gli ha permesso di salvare il figlio di 4 anni. Le sue condizioni sono apparse subito gravissime e dopo giorni di agonia il padre-eroe si è spento.

Incendio Alimena (2)-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alimena, si lancia col figlio per sfuggire al rogo: morto padre-eroe

PalermoToday è in caricamento