Cronaca

Pensionato sorpreso mentre incendia tubi, cavi e vernici: arrestato

In azione i carabinieri di Ciminna. In manette un uomo di 69 anni, pizzicato mentre dava alle fiamme rifiuti speciali accatastati all’interno della sua proprietà

I carabinieri dopo l'arresto del pensionato

E' stato sorpreso mentre dava alle fiamme rifiuti speciali accatastati all’interno della sua proprietà. I militari della stazione carabinieri di Ciminna, nell’ambito di mirati controlli del territorio per la repressione dei reati contro l'ambiente, hanno tratto in arresto un uomo residente a Baucina. Si tratta di un pensionato 69enne (A.P. le sue iniziali) che è stato sorpreso in flagranza di reato.

I carabinieri hanno notato una colonna di fumo di colore nero, visibile da oltre due chilometri di distanza. Poi si sono avvicinati e hanno visto che era in corso un incendio di rilevanti dimensioni. "Il rogo - hanno spiegato dal comando provinciale - era alimentato da rifiuti speciali di vario genere (tubi per edilizia, cavi elettrici, lastre di vetro retinato, lattine presumibilmente di acquaragia e di vernici, tavole di legno con guaina bituminosa). Nell'aria era stata sprigionata diossina e si è reso necessario l’intervento dei vigili del fuoco di Palermo".

Il pensionato, quindi, è stato tratto in arresto con l’accusa di combustione illecita di rifiuti. L’arresto è stato convalidato dal giudice monocratico del Tribunale di Termini Imerese ed il 69enne è stato rimesso in libertà in attesa del processo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensionato sorpreso mentre incendia tubi, cavi e vernici: arrestato

PalermoToday è in caricamento