Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Cefalù

L'anatema del vescovo di Cefalù contro i piromani: "Siete fuori dalla comunione della Chiesa"

Monsignor Giuseppe Marciante non ha usato mezzi termini durante la sua omelia per i festeggiamenti del Santissimo Salvatore: "C'è un piano per desertificare la nostra terra a vantaggio di sporchi interessi economici". La colletta di domani sarà devoluta a chi ha subito gravi danni a causa dei roghi

Il rogo che ha devastato Gangi

"Chi appicca un incendio si pone fuori dalla comunione della Chiesa perché commette un crimine contro il Creatore e mette a rischio la vita delle persone e distrugge l'ambiente, prezioso per la sopravvivenza di tutte le sue creature". E' un anatema quello che il vescono di Cefalù, monsignor Giuseppe Marciante, ha lanciato ieri durante la sua omelia in occasione dei festeggiamenti del Santissimo Salvatore e che segue a due appelli simili già rivolti ai fedeli questa settimana.

Marciante ha quindi voluto ritornare sul tema dei roghi devastanti che hanno colpito le Madonie e il Palermitano in questi ultimi giorni e la Diocesi ha deciso che, tramite la Caritas, la colletta di domani (domenica 8 agosto) sarà destinata ad aiutare chi ha subito gravi danni proprio dagli incendi.

Il vescovo non ha usato mezzi termini per rivolgesi ai piromani: "Chi si macchia di tale reato si pone fuori dalla comunione della Chiesa in quanto ha commesso un crimine contro il Creatore mettendo a rischio la vita delle persone e la distruzione del bene ambientale prezioso per la sopravvivenza di tutte le sue creature". E poi ha aggiunto, tra l'altro: "Purtroppo i tristi episodi dei funesti incendi, ad opera di mani criminali, di questi giorni caldi di agosto mi spingono a pensare che ci troviamo di fronte a un pianificato disegno di desertificazione della nostra terra a vantaggio di sporchi interessi economici verso destinatari che per il nostro colpevole silenzio resteranno anonimi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'anatema del vescovo di Cefalù contro i piromani: "Siete fuori dalla comunione della Chiesa"

PalermoToday è in caricamento