rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca Gangi

Gli incendi sulle Madonie, la Diocesi di Cefalù dona ventimila euro alle aziende più colpite

Il vescovo Giuseppe Marciante ha incontrato i soci della associazione Sant'Isidoro e ha definito pastori e agricoltori come "Sacerdoti della terra"

La Diocesi di Cefalù aiuterà allevatori e coltivatori delle Madonie colpiti dai roghi dei mesi estivi con una donazione di denaro. Ieri pomeriggio nel Foro Boario di Gangi, il vescovo Giuseppe Marciante ha incontrato i soci della associazione Sant'Isidoro, gli allevatori, i coltivatori e i sindaci dei borghi colpiti e con loro si è confrontato sul tema della prevenzione e della custodia del territorio, sottolineando il ruolo importante di pastori e agricoltori.

"I pastori e gli agricoltori - ha detto Marciante sollecitando una maggiore valorizzazione di questo loro ruolo - sono 'sacerdoti della terra' che offrono il frutto della terra e del lavoro dell'uomo come i sacerdoti nella messa. Sono i custodi del bene comune e del territorio".

Marciante ha consegnato ventimila euro di contributo all'associazione Sant'Isidoro per le aziende in difficoltà: diecimila raccolti durante la colletta nelle parrocchie dell'8 agosto scorso nell'ambito dell'iniziativa "Aiutiamo chi ha subito danni dagli incendi" della Caritas diocesana, segno di una comunità capace di partecipare e sentire il territorio come proprio, e altri diecimila euro come contributo della diocesi. Un gesto importante di vicinanza a chi, durante i mesi estivi, ha subito maggiormente i danni dei roghi che hanno devastato il territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli incendi sulle Madonie, la Diocesi di Cefalù dona ventimila euro alle aziende più colpite

PalermoToday è in caricamento