Incendi, Coldiretti Sicilia: "Plauso ai carabinieri di Cerda e Trabia"

"Controlli e prevenzioni indispensabili per evitare tragedie"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Potenziare i controlli e attuare una massiccia prevenzione sono gli elementi fondamentali per evitare la devastazione provocata dagli incendi. Lo afferma Coldiretti Sicilia che plaude ai Carabinieri di Cerda e Trabia, in provincia di Palermo che nei giorni scorsi in varie operazioni hanno arrestato dei piromani dopo segnalazioni di fuochi a sterpaglie e a rifiuti di varia natura.

Nell’estate 2020 - ricorda Coldiretti Sicilia - migliaia di ettari sono andati in fumo anche nelle zone più belle e turistiche. La riserva dello Zingaro e monte Cofano ma anche il boschi di Altofonte (Pa) , sono solo alcuni dei tesori siciliani diventati teatro di una vera e propria devastazione proprio a causa di atti criminali. Nelle aree bruciate – conclude Coldiretti Sicilia – sono impedite tutte le attività umane tradizionali e la scoperta del territorio da parte di appassionati ma viene anche a mancare un importante polmone verde. Un costo drammatico che la Regione è costretta ad affrontare ogni anno con perdita del valore inestimabile di un immenso patrimonio.

Torna su
PalermoToday è in caricamento