Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Blufi

Evacuati alcuni casolari per un grosso incendio a Blufi, il sindaco: "Viene da piangere"

I vigili del fuoco sono intervenuti con tre squadre e quattro mezzi aerei per spegnere un vasto rogo che si è esteso dagli svincoli autostradali di Irosa e Tremonzelli fino al Santuario della Madonna dell'olio. Fiamme anche nella zona dell'acqua park di Monreale

L'incendio di Blufi

"Viene da piangere nel vedere il nostro territorio bruciare così, questi incendi sono un flagello". Sono le parole di Vittorio Castrianni, sindaco di Blufi, piccolo comune delle Madonie dove oggi pomeriggio sono intervenuti i vigili del fuoco del fuoco con tre squadre di terra, due elicotteri e altrettanti canadair per spegnere un rogo che ha già distrutto ettari di vegetazione a partire dagli svincoli autostradali di Irosa e Tremonzelli. "Le fiamme - racconta il primo cittadino mentre si trova vicino a una persona rimasta lievemente intossicata - hanno quasi raggiunto il Santuario della Madonna dell’olio che per fortuna si è salvato. Ora il fuoco si sta spostando verso Petralia".

"Stanno devastando i nostri territori, i nostri animali sono stremati, qui soprattutto le greggi di pecore. E’ stato necessario evacuare alcuni casolari di campagna - racconta a PalermoToday il sindaco Castrianni - e tre persone hanno fatto ricorso alle cure dei sanitari del 118". Un anziano allevatore (foto allegata) è stato soccorso all'interno di un'abitazione rurale in cui era rimasto bloccato per timore che le fiamme potessero raggiungerlo. Un'altra squadra dei vigili del fuoco è intervenuta anche nella zona dell’acqua park di Monreale dove un rogo ha ridotto in cenere centinaia e centinaia di metri quadrati di macchia mediterranea e altra vegetazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evacuati alcuni casolari per un grosso incendio a Blufi, il sindaco: "Viene da piangere"

PalermoToday è in caricamento