menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Sandro Carcione

Foto Sandro Carcione

A Bagheria cittadini in strada per spegnere gli incendi, il sindaco: "Grande senso di comunità"

La maggior parte dei roghi è divampata nella zona di via Cotogni e via Concordia Mediterranea. Colpite anche le zone del parco di Villa Serradifalco e contrada Incorvino

Anche Bagheria e la frazione di Aspra, cosi come Palermo e buona parte della provincia, ieri hanno vissuto un drammatico momento a causa dell’incendio che si è propagato con forte velocità per il vento di scirocco e le temperature elevatissime. La maggior parte dei roghi è divampata nella zona di via Cotogni passando per via Concordia Mediterranea. Colpite le zone del parco di Villa Serradifalco e contrada Incorvino. Le fiamme hanno avvolto anche un’abitazione. 

Dove i vigili del fuoco, impegnati su altri fronti, non sono riusciti a intervenire sono stati i cittadini a scendere in strada e provare a spegnere le fiamme. "L’amministrazione comunale - si legge in una nota - ringrazia i dipendenti comunali, gli ex vigili del fuoco, gli agenti della polizia municipale fuori servizio che sono intervenuti e tutti coloro che si sono adoperati con encomiabile sacrificio".

“Ieri siamo intervenuti tempestivamente con i vigili urbani, i tecnici comunali dei lavori pubblici, la protezione civile comunale, le autobotti – spiega il sindaco Patrizio Cinque – numerosi i cittadini che hanno voluto contribuire a dare una mano. Desidero ringraziare soprattutto loro che hanno compreso lo spirito di comunità, ma in particolare il presidente del Consiglio circoscrizionale Gerardo Lorenzini e i consiglieri circoscrizionali alcuni dei quali vigili del fuoco che sapevano come intervenire. Sono già attive le ordinanze che obbligano i proprietari di terreni incolti a intervenire per potare le erbacce e i rami secchi e eliminare ogni forma di pericolo per cose e persone, si intensificheranno le verifiche di appartenenza dei terreni incolti per punire, con sanzioni amministrative o penali, a secondo del caso, i proprietari che non hanno ottemperato all’ordinanza sindacale n 79/2015”.

“Nonostante il panico e la preoccupazione dei residenti, molti dei quali hanno abbandonato le loro case per il fumo fuoriuscito e nonostante le ripetute chiamate ai vigili del fuoco che si sono rivelate inutili, la gente non si è persa d’animo e si è rimboccata le maniche per rispondere alla forte emergenza", dice il presidente della circoscrizione, Gerardo Lorenzini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento