Incendi ad Altofonte e Corleone, si alza in volo anche un elicottero dell'Aeronautica

Un equipaggio del Combat search and rescue di Trapani ha eseguito una doppia missione, fornendo supporto alle squadre antincendio, per un totale di 3 ore di volo e 18 lanci sganciando oltre 13 mila litri d'acqua

L'HH-139A dell'Aeronautica in azione

Due interventi antincendio ieri dell'82° Centro Csar dell'Aeronautica militare nella provincia di Palermo. Un equipaggio del Combat search and rescue di Trapani è intervenuto per bloccare il rogo che si è sviluppato nella zona di Altofonte, prima di spostarsi su un altro incendio nella zona di Corleone. Una doppia missione per un totale di tre ore di volo, 18 lanci e 13 mila litri d'acqua sganciati. In entrambi i casi le fiamme sono state spente.

Il primo decollo è avvenuto alle 16.35. Dopo aver domato l'incendio ad Altofonte, l'equipaggio è atterrato a Boccadifalco alle 18.25 per il rifornimento di carburante e il successivo decollo in direzione di Corleone. Alle 20.20 l'elicottero è rientrato alla base aerea di Birgi. L'ordine di decollo è giunto dal Coa (Comando operazioni aeree) di Poggio Renatico, in coordinamento con la Sala operativa unificata permanente (Soup) della Regione siciliana.

L'HH-139A fa parte degli assetti delle forze armate che il ministero della Difesa ha messo a disposizione per la campagna antincendi boschivi di quest'anno in Sicilia, iniziata lo scorso 15 giugno, che consolida la collaborazione che c'è da anni tra forze armate, corpo nazionale dei vigili del fuoco e Protezione civile per rendere più efficace e incisiva la lotta agli incendi boschivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • Coronavirus, divieto di spostamenti tra regioni valido anche per quelle in area gialla

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Annientata la Cupola di Cosa nostra: arrivano 46 condanne, inflitti oltre 4 secoli di carcere

Torna su
PalermoToday è in caricamento