Cronaca

Sport, musica e... vaccini: dopo lo stop imposto dal Covid torna la "Domenica Favorita"

Ottimo riscontro di pubblico per l'evento inaugurale della manifestazione, che verrà replicata domenica prossima con la chiusura del parco al traffico automobilistico. Il sindaco Orlando: "Si conferma l'amore dei palermitani per questo luogo. Pianteremo ben 152 mila alberi e riqualificheremo i sentieri fino a Monte Pellegrino"

Dopo lo stop imposto dal Covid torna la "Domenica Favorita". L'iniziativa legata all'area verde urbana più grande d'Italia - organizzata dall'omonimo comitato, con il sostegno istituzionale di Comune e Città metropolitana - riparte con un ottimo riscontro di pubblico, complice la giornata di sole.

All'evento inaugurale di oggi seguiranno altre quattro domeniche di sport, animazione e concerti fino al 7 novembre. Stamattina il parco della Favorita non è stato chiuso al traffico; domenica prossima invece sarà off limits per le auto. Tra i viali e i monumenti della Favorita in questo primo appuntamento tanti giochi e musica, ma anche iniziative sul fronte della sicurezza e della salute con gli stand delle forze dell'ordine e quello dell'Asp. L'azienda sanitaria locale ha effettuato vaccinazioni e screening oncologici gratuiti.

Non poteva mancare la musica: dal piano all'orchestra sinfonica, passando per il jazz. Dopo la santa messa, officiata da padre Calogero Di Fiore che, riportando le parole dell'arcivescovo Corrado Lorefice, ha "assicurato le sue preghiere a tutti, organizzatori e partecipanti”, la banda della Brigata Aosta dell’Esercito ha suonato l’inno di Mameli davanti a una folla composta e rispettosa delle regole anti Covid; mentre il Brass Group ha allietato le passeggiate dei palermitani durante tutta la mattinata, che si è conclusa sulle note di Nuovo Cinema Paradiso di Ennio Morriconen eseguite dalla Youth Orchestra del Teatro Massimo.  

“Ritorna la 'Domenica Favorita' e si conferma l’amore dei palermitani per questo parco, la collaborazione di tutte le istituzioni e la società civile nel considerare la Favorita un bene comune - dice il sindaco Leoluca Orlando -. Recentemente abbiamo approvato e finanziato progetti che prevedono la piantumazione di ben 152 mila alberi in questa grande area di Monte Pellegrino e della Favorita, più la riqualificazione dei sentieri e dei percorsi interni. Questa edizione è espressione di un grande senso civico, la lotta comune alla pandemia attraverso le vaccinazioni, l’importanza della prevenzione e il diritto alla salute, altro bene comune che dobbiamo tutelare: per questo la mia gratitudine va alla presenza dell'Asp di Palermo. E poi la musica, immancabile e necessaria qui rappresentata da alcune delle eccellenze di questa città: il Teatro Massimo e la sua Youth Orchestra e il Brass Group".

"Una città che vive bene il suo parco urbano - affermano Marco Lampasona, Fabio Corsini, Nicola Tricomi, del comitato 'La Domenica Favorita' - è certamente una città migliore. Moltissime le persone in festa hanno voluto partecipare con gioia, riconoscenza e spensieratezza ad un evento che oramai è entrato nel cuore di tutti i palermitani e non. Gli sguardi dei bambini e dei genitori ricolmi di felicità tra spettacoli, giochi e attività sportive ci dicono che esiste un bene comune a cui tutti dobbiamo rendere. E' stata anche una domenica all’insegna della salute con l’Asp che ha fatto tanta attività di informazione e prevenzione con screening e campagna vaccinale. Ci piace dire che la 'Domenica Favorita' è un atto di amore e di speranza verso la nostra città, un modello di sviluppo partecipativo in cui ognuno è più di uno, assumendo un ruolo fondamentale senza appartenenze ed individualismi. Un percorso dentro il quale c'è tutto il senso e la voglia dei convenuti di fare diventare Palermo il luogo non solo da visitare ma in cui vivere bene".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sport, musica e... vaccini: dopo lo stop imposto dal Covid torna la "Domenica Favorita"

PalermoToday è in caricamento