menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Migranti, Orlando: "Nessuna distinzione tra chi nasce a Palermo e chi arriva dopo"

All'appello contro il razzismo, lanciato nei giorni scorsi dall'amministrazione comunale, ha risposto il Cpia, centro provinciale istruzione per gli adulti

All'appello contro il razzismo, lanciato nei giorni scorsi dall'amministrazione comunale, ha risposto il Cpia, centro provinciale istruzione per gli adulti. Pertanto - accogliendo l’invito della dirigente, Giuseppina Sorce, del corpo docente e di numerosi alunni di differenti nazionalità, tra cui diversi minori stranieri non accompagnati - il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore alla Scuola, Giovanna Marano, si sono recati stamani presso il giardino del plesso di piazza Principe di Camporeale per l'inaugurazione del nuovo anno scolastico,

Gli studenti hanno illustrato i risultati del percorso di istruzione dell'anno precedente, durante il quale sono stati affrontati i temi della legalità e del contrasto alla criminalità organizzata in un'ottica interculturale. A conclusione dell'incontro, è stato proiettato un video prodotto dagli studenti e incentrato sulla figura di Peppino Impastato.

“Siamo orgogliosi e felici – ha detto Orlando - di essere qui oggi in una struttura in cui minori stranieri non accompagnati, giovani palermitani nati in Paesi lontani, apprendono la lettura e la scrittura italiana per essere sempre più inseriti nella vita di questa città che li accoglie come palermitani, non facendo distinzioni tra i giovani che a Palermo sono nati e i giovani che, spesso dopo viaggi spesso drammatici e tragici nei quali hanno perso genitori e familiari, considerano Palermo la loro zattera, il loro salvagente. Il nostro impegno deve essere degno delle sofferenze che hanno subito, essendo loro, come i nostri figli, persone umane”. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento