Cronaca Terrasini

Stoccaggio rifiuti a Terrasini, pronto il ricorso del Comune contro l'impianto

L'amministrazione contesta il provvedimento con cui la Regione ha autorizzato il progetto della ditta “Edil Ambiente” e ne chiede l'annullamento. Contestato anche il decreto con cui il progetto è stato escluso dalla procedura di Valutazione di impatto ambientale

Pronto il ricorso contro il provvedimento regionale che autorizza la ditta “Edil Ambiente” alla realizzazione e gestione di un impianto di compostaggio e stoccaggio di rifiuti non pericolosi in contrada Paterna. Francesco Stallone, legale al quale il Comune di Terrasini ha conferito l'incarico, nei prossimi giorni lo depositerà al Tar.

"L'avvocato - fanno sapere dal Comune - ha già predisposto e notificato a tutti gli enti interessati il ricorso per l’annullamento, previa sospensione, del decreto del dirigente regionale 774 del 17 luglio 2018, con cui l’Assessorato dell’Energia e dei Servizi di Pubblica utilità della Regione Siciliana ha rilasciato alla Edil Ambiente l’autorizzazione unica, in variante allo strumento urbanistico, per la realizzazione e gestione di un 'impianto di produzione di compost di qualità e stoccaggio di rifiuti non pericolosi presso Contrada Paterna a Terrasini". L'amministrazione contesta anche il decreto dell'Assessore del Territorio e dell'Ambiente n. 420/GAB del 13 dicembre 2016, con il quale si è escluso il progetto dalla procedura di Valutazione di impatto ambientale. 

Il Comune dà quindi seguito alla volontà espressa - oltre che dall'amministrazione - anche dal Consiglio Comunale e dal Comitato per la salvaguardia del territorio di Paterna - Zucco, zona dove l'impianto dovrebbe sorgere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stoccaggio rifiuti a Terrasini, pronto il ricorso del Comune contro l'impianto

PalermoToday è in caricamento