Migranti, Comune aderisce a progetto per accoglienza minori

Con l'iniziativa "Ragazzi Harraga" si punta all'inclusione sociale dei bambini e dei minorenni non accompagnati arrivati a Palermo

E’ stato sottoscritto nei giorni scorsi un accordo di partenariato tra il Centro italiano aiuti all’infanzia (CIAI)  l’assessorato alla Cittadinanza sociale del Comune e diverse organizzazioni del capoluogo siciliano (associazione Santa Chiara, Centro di Studi ed Iniziative Europeo, cooperativa sociale “Libera…Mente”, centro provinciale Istruzione Adulti , Libera Palermo, Nottedoro, Send) per la realizzazione del progetto "Ragazzi Harraga. Processi di inclusione sociale per minori migranti non accompagnati nella città di Palermo". Il progetto è stato approvato nell'ambito del bando "Never Alone, per un domani possibile. Accoglienza e accompagnamento dei minori e giovani stranieri non accompagnati che arrivano in Itali soli".

Ragazzi Harraga è frutto della condivisione di un’ampia alleanza di soggetti pubblici e privati che intende promuovere percorsi di accompagnamento verso l’autonomia dei minori migranti non accompagnati (MSNA) accolti nella città di Palermo. Il progetto promuove un modello di inclusione sociale che tiene conto delle potenzialità, degli interessi e delle aspettative di minori migranti soli, fondato  su due pilastri - la promozione di una rete di soggetti interistituzionali e la definizione di percorsi individuali di inclusione – e si struttura su tre ambiti: sociale, lavorativo e abitativo.

L’accordo fissa i termini generali e le condizioni relative alla partnership tra le parti, in tutti gli aspetti relativi al raggiungimento degli obiettivi del progetto attesi in un arco di tempo di 30 mesi. Il costo totale del progetto è di 785.714,29 euro, con una donazione di Fondazione Cariplo di 550.000 euro e la gestione di una quota parte del budget da parte dell’ente capofila e dei partner, il cui ammontare è riportato  nell’accordo allegato. Il Comune coprirà la propria parte di budget pari ad 2.933,92 euro (0,37% del totale) esclusivamente con fondi propri.

"Un progetto - dichiarano il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore alla Cittadinanza sociale, Agnese Ciulla -  che grazie alla collaborazione fra fondazione Cariplo, una vasta rete del privato sociale e Comune darà nuovi strumenti per percorsi inclusivi dei minori stranieri con una chiara prospettiva, oltre la logica dell'assistenza e dell'emergenza".

L’assessorato alla Cittadinanza sociale sarà coinvolto già nella prima fase per la realizzazione della cartella sociale dei minori stranieri non accompagnati accolti a Palermo: cioè nella creazione, di una piattaforma per la condivisione, il monitoraggio e la tracciabilità dei percorsi di inclusione; la condivisione di metodologie e la definizione di strumenti per la valorizzazione delle competenze dei Msna e per favorirne la continuità dei percorsi di inclusione e la formalizzazione e divulgazione dell'esperienza svolta e delle buoni prassi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento