rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

Il Pd di Partinico interviene sulla conversione dell'ospedale locale a Covid-hospital

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Il Partito Democratico di Partinico esprime grande senso di gratitudine a tutti gli operatori del servizio sanitario (medici, infermieri, addetti ai servizi vari), alla protezione civile, alle forze dell’ordine, alla polizia municipale, ai vigili del fuoco, ai volontari per l’incessante lavoro che quotidianamente svolgono per la tutela della salute pubblica in questo periodo così difficile. Analoga gratitudine si esprime per tutti coloro che, tra innumerevoli difficoltà, lavorano per garantire i servizi essenziali per la comunità: operatori ecologici, addetti al servizio idrico, operatori commerciali, tecnici di vario tipo, medici di famiglia e farmacie. Il Partito Democratico di Partinico apprezza il grande lavoro che il Governo Nazionale, di concerto ed in stretta collaborazione con le Regioni e, nello specifico, con il Governo della Regione Siciliana svolge per fronteggiare la diffusione del Covid-19 ed invita tutta la cittadinanza a seguire scrupolosamente le disposizioni impartite con i decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, con le ordinanze del Presidente della Regione e con le ordinanze del Commissario straordinario del Comune di Partinico.

Il Partito Democratico di Partinico non condivide la scelta, fatta in totale autonomia e senza consultare i Sindaci del territorio, del Governo della Regione e, segnatamente dall’Assessore regionale alla Salute e dalla Direzione generale dell’ASP 6 di Palermo, di trasformare in Covid-Hospital il Presidio Ospedaliero di Partinico, l’unico Presidio Ospedaliero di Base ad ovest della Provincia di Palermo in grado di garantire, tra gli altri noti servizi essenziali di qualità, anche una assistenza Pediatrica e Materno-Infantile. Sulla scelta di convertire l’intero Ospedale di Partinico non è stata fornita nessuna spiegazione plausibile, né dal Governo regionale e neanche dall’Azienda Sanitaria Provinciale, alimentando parecchie preoccupazioni in quanto nelle altre strutture individuate dalla Regione non è stata fatta una scelta analoga. Infatti, il "Vittorio Emanuele" di Catania è un ex Ospedale da poco dismesso, del "Gravina" di Caltagirone e del "Maggiore" di Modica verrà utilizzato il solo reparto di malattie infettive, il "Cutroni Zodda" di Barcellona Pozzo di Gotto è un Ospedale dismesso, del Policlinico "Martino" di Messina verranno utilizzati due soli padiglioni, dell'"Umberto I" di Enna verrà utilizzata soltanto una parte, dell'"Umberto I" di Siracusa verrà utilizzato un padiglione distaccato. Il comprensorio del Partinicese abbraccia un territorio di oltre 100.000 abitanti che raddoppiano nel periodo estivo; con la conversione in Covid-Hospital, tutta questa popolazione viene privata, di fatto, di diversi servizi indispensabili: Pronto Soccorso Generale, Reparti di Medicina, Chirurgia, Ortopedia, Cardiologia e dell’Assistenza Materno-Infantile e Pediatrica. Il senso di responsabilità per il momento che il Paese sta attraversando, non permette di chiedere una modifica del percorso degli interventi previsti per la realizzazione di posti letto da destinare alla cura dei pazienti affetti da patologie da Coronavirus, tuttavia alla cittadinanza del comprensorio vanno garantiti i necessari servizi sanitari.

Con questa finalità il Partito Democratico di Partinico condivide e sostiene la richiesta, avanzata il 14 marzo dai Sindaci del Distretto Sanitario 41, di ripristinare nel Presidio Ospedaliero di Partinico i servizi di Pronto Soccorso Generale e di Cardiologia. Considerata, inoltre, la nuova emergenza assistenziale Pediatrica venutasi a creare con la chiusura del Pronto Soccorso Pediatrico dell’Ospedale Cervello, il Partito Democratico di Partinico condivide e sostiene la richiesta, avanzata il 19 marzo dai Sindaci del Distretto Sanitario 41, sottoscritta anche dai Sindaci di Alcamo e di Castellammare del Golfo, di potenziare il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Alcamo anche con una presenza pediatrica che possa, con un servizio attivo h24, continuare ad assicurare un adeguato e tempestivo intervento nelle emergenze pediatriche. Preso atto della totale assenza del Commissario Straordinario del Comune di Partinico dalla problematica legata alla conversione del Presidio Ospedaliero, il Partito Democratico ritiene che il Comune di Partinico debba assumere una posizione istituzionale sulla vicenda dell’Ospedale e sulla gestione dell’emergenza sanitaria nel nostro Comune. Si invita il Presidente del Consiglio Comunale a convocare con urgenza una seduta straordinaria, con l’adozione delle necessarie precauzioni sanitarie, affinché il Consiglio possa ufficialmente pronunciarsi sulla conversione del Presidio Ospedaliero, possa dare l’adeguato sostegno alle richieste portate avanti dai Sindaci del comprensorio e possa indicare all’organo esecutivo l’adozione di ulteriori specifici interventi per la nostra comunità. Partinico, 20 marzo 2020 Circolo Territoriale del Partito Democratico

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd di Partinico interviene sulla conversione dell'ospedale locale a Covid-hospital

PalermoToday è in caricamento