Cronaca

Alla Biennale internazionale d'arte di Palermo anche Rosario Glorioso

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Il 31enne Rosario Glorioso esporrà due sue opere alla Biennale Internazionale d'Arte di Palermo. Quest'anno ci sono quattro spazi espositivi: il Loggiato di San Bartolomeo, il Teatro Politeama, il Complesso Museale Reale Albergo delle Povere (dove sarà esposto il quadro dell'artista termitano) e Palazzo Sant'Elia. La mostra rimarrà aperta tutti i giorni e si chiuderà il 25 gennaio.

Rosario Glorioso nasce a Cefalù il 23 febbraio 1983, cresce in un piccolo paese in provincia di Palermo, Campofelice di Roccella. Secondo di cinque figli , dimostrerà una precoce predisposizione artistica. Decide così di iscriversi presso l'Istituto Statale D'Arte,"Diego Bianca Amato", di Cefalù dove consegue il diploma di maturità "D'Arte Applicata" nell'anno 2002. Nel 2001,al quarto anno, viene scelto insieme ad altri tre alunni ,dalla sua docente di ebanisteria ,per seguire un corso professionale dell'intaglio sul legno in un "laboratorio- scuola",a Firenze e chiamato "Oro e Colore". Grazie alla scuola d'Arte di Cefalù egli acquisisce tutte le tecniche base per cominciare a esprimere ciò che aveva dentro,questi anni di studio hanno infatti avuto un forte impatto per la sua formazione. Molti, in questi anni, i suoi riferimenti artistici: da Pablo Picasso a Salvador Dalì,a Andy Warhol (che conosce attraverso i libri di scuola d'arte). Durante questo periodo cresce inoltre il suo interesse per la grande arte italiana del passato: infatti in quel breve periodo in cui si reca a Firenze ,per studiare la tecnica dell'intaglio,ammira i capolavori di Giotto, Masaccio, Paolo Uccello,Leonardo Da vinci, Michelangelo Buonarroti, Donatello e tanti altri. Nel 2002 dopo essersi diplomato, decide di proseguire i sui studi presso l'Accademia di Belle Arti di Palermo; All'Accademia studia nuove tecniche, realizza infatti arazzi,lampade,dipinti a olio,tarsie lignee,quadri-lampada ,una fiaba intarsiata e pirografata sul legno; nel contempo, per potersi pagare gli studi svolge diversi lavori ,(cameriere,imbianchino,volantinaggio..),ma non abbandona mai la sua passione per l'arte. Nel 2008, consegue la laurea di primo livello in decorazioni, con il massimo dei voti, portando come tesi di laurea "La tarsia come forma decorativa - dalle origini a oggi".

Una volta conseguita la laurea decide di non continuare i due anni di specialistica e di crearsi un laboratorio artistico nella casa della nonna paterna; inizia così da ricercare uno stile che lo rappresenti e lo distingua da altri artisti. Ha svolto diverse mostre personali e collettive: l'esposizione d'arte "Notte Bianca" ,Termini Imprese; l'esposizione d'arte "Notte Bianca", Isnello; l'esposizione d'arte "Festeggiamenti di san giuliano",Pollina; l'esposizione d'arte "Notte Bianca", Isnello; la collettiva d'arte, Finale di Pollina e la mostra d'arte, Aula Consiliare di Campofelice di Roccella.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla Biennale internazionale d'arte di Palermo anche Rosario Glorioso

PalermoToday è in caricamento