Idv: “Pedonalizzare via Ruggero Settimo atto dovuto”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Pedonalizzare via Ruggero Settimo era un atto quasi dovuto, visto il successo di via Maqueda. Mi complimento con gli assessori Catania e Marano che hanno coinvolto in questa scelta le associazioni categoria, cosa che non è stata fatta in altre occasioni e per altre scelte”. Lo dichiara il presidente della commissione Attività Produttive del comune di Palermo Paolo Caracausi (Idv).

“Credo che le pedonalizzazioni, che in un primo momento hanno trovato il parere contrario dei residenti e dei commercianti, oggi siano invece richieste da tutti - continua Caracausi - è necessario però fare una verifica del loro stato e sopratutto renderle efficienti dotandole di arredi e piante: ancora oggi alcune aree pedonalizzate non hanno alcun arredo, come via Principe di Belmonte nel tratto compreso tra via Roma e via La Masa o via Torrearsa nel tratto compreso via Daita e via Isidoro La Lumia, e i commercianti, stanchi di una pedonalizzazione inesistente, hanno chiesto la riapertura della strada. Mi auguro che in questo periodo, ma anche per il futuro, le piazze e vie pedonali siano animate, arredate e vigilate come in tutte le capitali europee e non diventino i luoghi delle bancarelle tanto criticate dalle associazioni e dai cittadini”.

Torna su
PalermoToday è in caricamento