Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

I “Lancieri di Aosta" da 30 anni a Palermo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Il 9 maggio 1991 il Reggimento “Lancieri di Aosta” (6°) si trasferisce dalla sede di Cervignano del Friuli (UD) a Palermo, presso la caserma “Gen. A. Cascino”. Il Reggimento costituito nel 1774 a Voghera (PV), è uno dei rparti più decorati dell'Arma di Cavalleria e il suo Stendardo si fregia di una Medaglia d'Oro al Valor Militare (Terza Guerra di Indipendenza 1866), una Medaglia d'Argento al Valore Militare (Prima Guerra di Indipendenza 1848-49), tre Medaglie di Bronzo al Valore Militare (Prima Guerra Mondiale 1918 e Guerra Italo-Etiopica 1936), una Croce di Guerra al Valore Militare (Seconda Guerra Mondiale 1940) e una Medaglia di Bronzo al Valore dell'Esercito (terremoto del Friuli 1976).

Dal 1991 ad oggi, i “Rossi Lancieri” hanno partecipato alle più importanti operazioni di concorso alle Forze dell’Ordine sul territorio nazionale: “Vespri Siciliani”, “Conca d’Oro”, “Domino” e “Strade Sicure”. Sono stati impegnati all’estero nelle missioni di Peace Keeping nel 2001 e nel 2007, nel Teatro Operativo Balcanico (Bosnia Erzegovina e Kosovo). Per ben quattro volte (2009, 2011, 2016 e 2019) in Libano per conto dell’Onu, meritando sempre unanimi riconoscimenti sia da parte della Comunità Internazionale che dalle autorità politiche e religiose libanesi per i risultati eccezionali conseguiti nel mantenere la sicurezza, la pace e la stabilità nella regione. Dallo scorso novembre, il Reggimento è impiegato quale comando del Raggruppamento “Sicilia Occidentale” nell’operazione “Strade Sicure” con una competenza territoriale nelle province di Palermo, Caltanissetta, Agrigento e Trapani, compresa l’isola di Lampedusa. A fianco delle forze di polizia, oltre a garantire l’attività di presidio del territorio e di controllo e vigilanza ai siti sensibili i “Rossi Lancieri” stanno fornendo un notevole contributo nella implementazione delle misure di contrasto alla diffusione del Covid-19. Inoltre, in questi anni non sono mancate le attività solidali a supporto alla popolazione locale, quali l’ippoterapia a favore dei bambini con disabilità, donazioni di generi alimentari, contributi economici e, in quest’ultimo anno, caratterizzato dall’emergenza pandemica, attività di sanificazione e igienizzazione di differenti e strategici siti cittadini, e ancora nella distribuzione di dispositivi di protezione individuale e di derrate alimentari, collaborando significativamente al sostegno di numerosi cittadini in difficoltà. “Rossi Lancieri” fanno ormai parte integrante del tessuto sociale e umano della città, avendo l’onore e la gioia di poter svolgere il loro servizio, tra i palermitani e per i palermitani che li hanno accolti con l’amicizia e l’affetto che contraddistingue il siciliano e il palermitano, in particolare. In conclusione, 30 anni d’impiego operativo e di impegno sociale, di sinergia con le Istituzioni locali nei quali i “Rossi Lancieri”, anche a Palermo, continuano ad essere protagonisti e a scrivere importanti pagine di storia della città. A riprova dell’attestazione di stima e vicinanza, lo scorso 5 maggio è stata conferita al Reggimento la cittadinanza onoraria della città di Palermo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I “Lancieri di Aosta" da 30 anni a Palermo

PalermoToday è in caricamento