Cronaca Zen

Hotspot alle Zen, anche Caracusi dice no: "Progetto da bocciare"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Il progetto di un hotspot alle Zen di Palermo, oltre a essere concettualmente sbagliato, rischia anche di rivelarsi inutile: il prossimo governo nazionale, secondo gli annunci, adotterà politiche sull’immigrazione profondamente diverse da quelle del passato che non prevedono nuovi centri, ma che invece comporteranno una stretta agli sbarchi. Il rischio che ho anche manifestato all’assessore regionale al Territorio Toto Cordaro, che sta seguendo la vicenda, è che si costruisca una struttura che poi non sarà utilizzata: non è così che si riqualificano le periferie. Lo Zen, come lo Sperone o Brancaccio, meritano ben altre attenzioni e progetti su cui investire i soldi pubblici”. Lo dice Paolo Caracausi, consigliere comunale di Palermo del Mov139 in quota Idv.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hotspot alle Zen, anche Caracusi dice no: "Progetto da bocciare"

PalermoToday è in caricamento