menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Ha dichiarato il falso per avere il reddito di cittadinanza", denunciato

Nei guai un 29enne di Carini. Per potere ottenere il sussidio ha nascosto di risiedere all'estero. La finanza ha incrociato i dati in possesso dell'Inps con quelli della Anagrafe degli italiani residenti all’estero e lo ha scovato

Fino all'ottobre del 2018 viveva all'estero ma, per ottenere il reddito di cittadinanza, ha nascosto questo "dettaglio". La finanza adesso lo ha scoperto e per un 29enne di Carini, S.C., è scattata la denuncia. Contestualmente è stata anche revocata la carta sulla quale vengono accreditate le somme. 

"Uno dei requisiti necessari per gli italiani che chiedono il reddito di cittadinanza - spiegano i finanzieri - è quello di essere residenti nel nostro Stato da almeno due anni. Attraverso l’incrocio dei dati Inps con quelli dell’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (Aire), gestita dal ministero dell’Interno è stato verificato che il 29enne, pur essendo formalmente residente all’estero sino al 15 ottobre del 2018, ha dichiarato falsamente nella propria domanda, necessaria per il rilascio del menzionato sostegno, di risiedere nel comune di Carini da più di due anni.
Venendo meno uno dei requisiti previsti dalla legge per l’ottenimento del reddito di cittadinanza".

I finanzieri hanno proceduto al sequestro della card Poste Italiane dove vengono accreditate le somme mensili e alla denuncia a piede libero per indebita percezione del sussidio pari a un importo di quattromila euro. Bloccato anche il denaro già concesso ma non ancora erogato. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento