Guardie giurate Mondialpol senza stipendio e tredicesima per Natale: "Silenzio inaccettabile"

Non saranno serene le feste per i dipendenti dell'istituto di vigilanza privata impegnati ogni giorno a garantire la sicurezza al porto, all'università e negli ospedali. A sollevare il problema il sindacato autonomo Saves

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Non saranno di certo delle buone feste per le guardie giurate della Mondialpol Security, società che si occupa della sicurezza negli ospedali, al porto, all’università e in altri siti sensibili. Il Natale è sacro per tutti, specie per chi vive di lavoro e di sola retribuzione. Una situazione che pesa sui bilanci e sulla serenità familiare delle guardie particolari giurate. Lavoratori che, per 365 giorni all'anno e 24 ore al giorno, si impegnano a mantenere in sicurezza l’utenza e gli operatori sanitari, sempre con situazioni al limite, a volte rischiando in prima persona.

La replica della Mondialpol

Non è pertanto concepibile che personale esposto quotidianamente a questo rischio psicofisico possa essere ulteriormente sovraccaricato di stress a causa della mancata corresponsione di quanto faticosamente guadagnato. La Mondialpol non ha comunicato a questa organizzazione sindacale, che già una settimana fa aveva sollecitato il pagamento dello stipendio e della tredicesima mensilità, le intenzioni in relazione all'assolvimento degli impegni contrattuali venuti meno. L'azienda si è limitata a versare un acconto dello stipendio venerdì scorso.

Un acconto che, considerato il basso salario previsto dai contratti, non basta nemmeno a provvedere ai pagamenti minimi delle utenze. Come sindacato autonomo Saves ci riserviamo, qualora dovesse persistere questo inaccettabile silenzio da parte dell'azienda, di comunicare quanto accaduto agli enti appaltanti della società per comprenderne le motivazioni, dipese da eventuali ritardi dei pagamenti degli stessi enti, o da altri fattori a noi sconosciuti.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento