rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Guardia Costiera, in tre mesi 24.627 controlli e 803 multe

E' il bilancio dell'operazione "Mare Sicuro", iniziata lo scorso 18 giugno. Lo scopo era quello di rafforzare i controlli lungo tutto il litorale

Ottocentotre sanzioni amministrative elevate e 68 procedimenti penali avviati. Si chiude così il bilancio dell'operazione "Mare Sicuro" della Capitaneria di Porto iniziata lo scorso 18 giugno. Lo scopo era quello di rafforzare i controlli lungo tutto il litorale di propria competenza per garantire a bagnanti e diportisti un'adeguata e tranquilla fruibilità delle coste di metà Sicilia. I militari hanno proceduto, pertanto, a una serie di controlli in mare e a terra.

Alla fine dei tre mesi i controlli sono stati 24.627 di cui 1.454 in materia di pesca, 5.892 nel settore del diporto nautico, 1.782 in materia di traffico marittimo, 4.588 a tutela dell'ambiente, 6.088 per la vigilanza sul demanio, 4.823 altro. Tra gli eventi di rilievo, la denuncia di sei persone per occupazione abusiva di aree demaniali marittime (con sequestro di circa 6.000 metri di spiaggia) e relative attrezzature nel mazarese, il sequestro di uno stabilimento balneare, per una superficie di circa 5.000 metri quadrati) nel Trapanese e infine il sequestro di tre 3 depuratori comunali il cui cattivo funzionamento determinava lo sversamento dei reflui fognari non depurati all'interno dell'alveo di alcuni fiumi dell'Empedoclino e da qui direttamente in mare.

Nel dettaglio, 214 sanzioni sono scatatte per violazione al codice della navigazione, 48 per violazione normativa sulla pesca, 134 per violazioni commesse da diportisti, 209 per violazione all'ordinanza balneare, 198 per altra materia. Ancora. Dei 68 procedimenti penali: 3 in materia di pesca, 4 in materia di inquinamento, 29 in materia di demanio, 2 per violazioni alla normativa sulla sicurezza della navigazione, 1 in materia di archeologia, 5 per violazioni all'ordinanza balneare, 24 per reati comuni.

"I cittadini  - sottolineano dalla Capitaneria - potranno continuare a segnalare eventuali violazioni o comportamenti illeciti (insediamenti abusivi di tende, attrezzi da campeggio, parcheggi abusivi di autoveicoli lungo le spiagge, fenomeni di pesca di frodo e/o illegale, violazioni alle norme ambientali, scarichi fognari inquinanti) e quant’altro connesso all’uso del mare e delle spiagge al numero di emergenza gratuito 1530, sempre operativo, 24 ore al giorno".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guardia Costiera, in tre mesi 24.627 controlli e 803 multe

PalermoToday è in caricamento