Cronaca

Monitoraggio della costa e tutela dei bagnanti, parte l'operazione "Mare Sicuro 2015"

La guardia costiera per tutto il periodo estivo effettuerà una serie di controlli sia in mare che a terra. L'area tra Balestrate e Finale di Pollina sarà controllata via mare da 9 motovedette e 4 gommoni

La capitaneria di porto ha dato il via in questi giorni all’operazione "Mare sicuro", intesa a rafforzare i controlli lungo tutto il litorale per "garantire un’adeguata e tranquilla fruibilità della fascia costiera palermitana". La guardia costiera per tutto il periodo estivo effettuerà una serie di controlli sia in mare che a terra, mirati alla prevenzione degli incidenti e all’accertamento di eventuali violazioni in materia di sicurezza della navigazione, salvaguardia dei bagnanti, repressione dei comportamenti illeciti in materia di pesca, diporto, ambiente e demanio marittimo.

La fascia costiera, tra Balestrate e Finale di Pollina, sarà controllata via mare da 9 motovedette e 4 gommoni mentre via terra da numerose pattuglie e decine di uomini per "verificare il rispetto dell’ordinanza balneare, la sicurezza dei lidi e delle spiagge libere e attrezzate". I cittadini potranno segnalare eventuali situazioni di pericolo e/o richieste di soccorso in mare e sulle spiagge mediante la composizione del numero blu 1530, gratuito sia dai cellulare che da rete fisse e attivo 24h al giorno per tutto l’anno.

L’operazione "Mare sicuro", attiva su tutto il territorio nazionale, comporterà, per quanto concerne l’area di giurisdizione della direzione marittima di Palermo (da Cefalù a Gela, comprese le Isole di Ustica, arcipelago delle Isole Egadi, Pantelleria e Lampedusa), l’impiego complessivo di 15 gommoni, 48 unità navali, 20 pattuglie terrestri ed il dispiegamento sul territorio di circa 265 uomini e donne della Guardia Costiera. In allegato una cartina grafica

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monitoraggio della costa e tutela dei bagnanti, parte l'operazione "Mare Sicuro 2015"

PalermoToday è in caricamento