Guadagna, sit in per la riapertura del ponte Bailey: "Servono tempi rapidi e certi"

Ad organizzarlo il Movimento 5 Stelle, che punta il dito contro il Comune per "una gestione poca attenta e superficiale rispetto alla manutenzione ordinaria". Interventi mai fatti a causa dei rifiuti presenti nell'alveo del fiume Oreto

Chiedono "tempi rapidi e certi per la riapertura del ponte Bailey alla Guadagna" i cittadini che stamane hanno partecipato al sit in organizzato dal Movimento 5 Stelle. 

"Monitoreremo costantemente i lavori che il Comune ha promesso di avviare oggi - dichiarano il consigliere di circoscrizione Saverio Bruschetta e il consigliere comunale Antonino Randazzo (M5S) -. Abbiamo ritenuto con questa assemblea informare i cittadini di quella che riteniamo sia stata una gestione poca attenta e superficiale rispetto alla manutenzione ordinaria del ponte".

Lo scorso 13 dicembre il servizio Infrastrutture del Comune aveva messo nero su bianco in una nota tutte le fasi che hanno caratterizzato la mancata manutenzione del ponte della Guadagna, sia a causa dei rifiuti nell'alveo del fiume Oreto (mai rimossi) sia per criticità di natura idraulica. "Emergono chiaramente gravi inadempienze che riteniamo inaccettabili e intollerabili nella quinta città d’Italia", concludono Bruschetta e Randazzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

Torna su
PalermoToday è in caricamento