Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Regionali richiamati in ufficio, Siad-Csa-Cisal: "Dimenticati i lavoratori fragili"

Una circolare del dipartimento del Personale della Regione dispone il rientro in presenza dal 15 ottobre, con obbligo di esibire il green pass. I sindacati: "Nessun cenno ai dipendenti per i quali la normativa statale consente la prosecuzione del lavoro agile, anche attraverso diversa mansione"

Dal 15 ottobre scatta l'obbligo del green pass per il personale delle pubbliche amministrazioni. Una circolare del dipartimento del Personale della Regione dispone il rientro in presenza dei dipendenti  ma i sindacati Siad, Csa e Cisal attaccano: "La circolare sembra dimenticare i tanti soggetti fragili che per legge hanno diritto a continuare lo smart working. Una svista incredibile e gravissima, chiediamo al Governo di intervenire subito a tutela della salute di centinaia di persone”. 

I sindacalisti Giuseppe Badagliacca e Angelo Lo Curto sottolineano che "La circolare si limita a precisare che tutto il personale tornerà in servizio da venerdì, ma non si fa alcun cenno ai lavoratori fragili per i quali la normativa statale consente la prosecuzione del lavoro agile, anche attraverso diversa mansione. La Regione rispetti la legge e la salute dei dipendenti e si occupi semmai di definire il Pola, il Piano organizzativo del lavoro agile, da cui deriveranno i risparmi promessi allo Stato centrale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali richiamati in ufficio, Siad-Csa-Cisal: "Dimenticati i lavoratori fragili"

PalermoToday è in caricamento