Una catechista di 41 anni muore per aneurisma, trapianto polmoni salva ragazza palermitana

Graziana Mattei si è spenta a Ragusa negli scorsi giorni. La sua famiglia ha dato il via libera all’espianto degli organi

Graziana Mattei non è morta invano. La catechista di 41 anni che si è spenta nei giorni scorsi a Ragusa a causa di un aneurisma salverà delle vite anche a Palermo. La donna, impegnata nel sociale, amata e nota nella città iblea, lascia due figli di 13 e 5 anni. Un dolore reso più grande dalle misure di restrizione per contenere l’epidemia da Coronavirus in Italia che impediscono il funerale e quindi l'ultimo saluto alla catechista.

Il Coronavirus non ha comunque stoppato la macchina della sanità, e quella dei trapianti. La famiglia ha infatti dato il via libera all’espianto degli organi di Graziana Mattei. Il prelievo è avvenuto ieri nel reparto di Rianimazione dell'ospedale Giovanni Paolo II di Ragusa. Polmone, fegato, reni e cornee sono gli organi prelevati. Alcuni organi raggiungeranno l'Ismett.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il dono di Graziana consentirà di salvare la vita di una ragazza palermitana da giorni collegata ad apparecchiature e tenuta in vita in attesa di un possibile trapianto. I reni saranno trapiantati a due pazienti, uno presso l'Ismett e uno al Policlinico di Catania. Il fegato salverà un bambino di Roma e un altro paziente in attesa all'Ismett di Palermo. Alla donna sono state prelevate anche le cornee, e quindi  trasportate alla banca delle cornee di Mestre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Negativa a 3 tamponi, torna positiva al Covid: "Così sono ripiombata nell'incubo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento