menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Google presenta il Grand Tour d'Italia: c'è anche il Teatro Massimo

Un viaggio tra alcuni dei tesori culturali, dei capolavori e delle tradizioni del nostro Paese: "L'esposizione virtuale illustrerà una parte del patrimonio palermitano, come simbolo rappresentativo della città nel mondo"

C'è anche il Teatro Massimo, il più grande edificio teatrale lirico d'Italia, e uno dei più grandi d'Europa, fra le tappe del viaggio tra alcuni dei tesori culturali, dei capolavori e delle tradizioni dell'Italia che oggi rivivono online attraverso la tecnologia, sulla piattaforma Google Arts & Culture.

Ci sarà poi spazio per approfondire le meraviglie del Castello della Zisa: costruito dai normanni nel 1164, vanta un sistema di ventilazione che ha anticipato di otto secoli e mezzo i modelli sostenibili moderni di aria condizionata, grazie a una piscina, una fontana, due camini di ventilazione e dei teli inumiditi. Ma le bellezze architettoniche di Palermo non si esauriscono qui. Sarà, infatti, possibile esplorare magnifici esempi di architettura arabo-normanna così come le influenze liberty che pervadono la città. Un'attenzione particolare sarà poi lasciata alle leccornie dei mercati palermitani, culla del moderno Street Food, tra usi, costumi e ghiottonerie locali.

"Il progetto Palermo Grand Tour - dice dichiara Elvira Nicolini del Comitato giovani della Commissione nazionale italiana per l'Unesco - propone sette mostre dedicate a Palermo, città da molteplici occasioni culturali, città espressione di antiche tradizioni e città dell'accoglienza che ha da sempre integrato differenti civiltà. L'identità di Palermo è fortemente leggibile attraverso le stratificazioni che caratterizzano il suo patrimonio storico artistico e il suo millenario patrimonio immateriale tutt'ora presente. L'esposizione virtuale illustrerà una parte di tale patrimonio, quale simbolo rappresentativo della città nel mondo".

"Un Teatro come il nostro, molto attento all'innovazione - aggiunge Francesco Giambrone, sovrintendente del Teatro Massimo -, ha accolto con piacere la proposta di aderire a questo progetto. Del resto il web è per noi ormai uno strumento strategico per diffondere la musica lirica in tutte le fasce d'età". Nei prossimi mesi nelle diverse città del Grand Tour d'Italia (Venezia, Siena, Roma e Palermo) questo viaggio digitale diventerà un'esperienza reale, attraverso installazioni digitali con la tecnologia di Google che permetteranno ai cittadini di vivere ancor più da vicino l'esperienza di questo viaggio e una serie di appuntamenti e seminari formativi che contribuiranno a diffondere le competenze necessarie per un futuro sempre più digitale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento