Cronaca

Movida e abusivi, Catania assicura: “A ottobre un nuovo regolamento”

L’assessore alle Partecipazioni è intervenuto a Radio Time sulla (contestata) ordinanza che obbliga i locali a interrompere la musica all’una. “Ereditato una situazione anarchica. Ma combatteremo l'abusivismo

Giusto Catania, assessore alla Partecipazione

L’Assessore alla Partecipazione Giusto Catania è intervenuto questa mattina al Time Magazine su Radio Time per dissipare ogni dubbio in merito all’ordinanza che regolamenta le attività dei locali pubblici cittadini: “La questione movida è molto complessa e va affrontata con calma – ha detto Catania – e l’amministrazione ha evitato che continuasse una situazione di deregolamentazione totale così come è accaduto a Palermo negli ultimi anni”.

In merito all’ordinanza che al momento è in vigore l’assessore ha precisato: “Abbiamo ereditato una situazione che prevedeva la totale anarchia su ogni fronte. Sia gli esercenti che chi doveva fare rispettare le regole agiva nella totale assenza di normative precise. Anche gli esercenti che erano in regola con tutte le normative e tutte le tasse si ritrovavano ad essere abusivi a causa di un regolamento poco chiaro”.

L’assessore Catania ha aggiunto: “Abbiamo tentato e stiamo ancora tentando di coinvolgere tutti gli esercenti, gli amministratori e le associazioni alla compilazione di un regolamento preciso. Ad ottobre – ha precisato Catania- saremo in grado di depositare un regolamento che abbia tutte le caratteristiche di una norma partecipata che rispetti le pretese e le aspettative di tutti. Sia chi pretenda il rispetto del diritto al lavoro, chi invece rivendica il riposo e chi il divertimento, troverà in questa norma tutte le indicazione per godere a pieno dei propri diritti”.

In merito all’attuale situazione l’Assessore ha anche ricordato: “Al momento abbiamo attuato un’ordinanza atta a tamponare l’assenza di regole precise. La normativa vigente infatti regolamenta soltanto l’orario di interruzione della musica nei locali all’aperto ed è più restrittiva rispetto alla legge nazionale che prevede la chiusura delle attività alle 3.00 del mattino. L’obiettivo finale non è emanare un’ordinanza ma creare un vero e proprio regolamento che curi tutti gli aspetti del problema”. L’assessore Giusto Catania ha concluso: “Il vero nemico per noi è l’abusivismo. Combatteremo su ogni fronte tutti quelli che continueranno ad esercitare nell’anarchia e contro ogni regola. Tutti quelli che non rispetteranno le regole in materia di lavoro, di igiene ed emissioni sonore”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida e abusivi, Catania assicura: “A ottobre un nuovo regolamento”

PalermoToday è in caricamento