Palermitano muore carbonizzato a Bergamo, girò alcuni film con Celentano

Rogo nel suo maneggio: la vittima si chiamava Giuseppe Messina e aveva 74 anni. Era il titolare della struttura, che aveva aperto a Romano di Lombardia nel 1985. Indagano i carabinieri

E' morto carbonizzato in un ex maneggio, a Romano di Lombardia, in provincia di Bergamo. Giuseppe Messina, originario di Capaci, 74 anni, ha perso la vita sabato scorso: il suo cadavere è stato ritrovato dai vigili del fuoco intervenuti per domare le fiamme poco prima delle 19, insieme ai carabinieri del Nucleo operativo di Treviglio e del Reparto operativo di Bergamo.

L'uomo era il titolare della struttura, chiusa da oltre dieci anni. "Papà ha lasciato Capaci per trasferirsi a Milano - racconta il figlio Fabio all'Eco di Bergamo - dove ha lavorato come macchinista cinematografico girando spot, documentari e anche film con Adriano Celentano. Poi il trasferimento a Romano dove nel 1985 ha aperto il maneggio, poi chiuso 20 anni dopo". Messina era separato e padre di tre figli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ancora sconosciute le cause del rogo. Il dolo però sarebbe escluso. L'anziano, cardiopatico, era un fumatore e "non si esclude - scrive sempre l'Eco di Bergamo - che una cicca ancora accesa sia finita tra le stoffe della baracca e da lì il fuoco si sia propagato al fornello vicino". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

  • Abbattuto il pilastro del cancello di Villa Igiea: assessore chiama i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento