menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Beppe Grillo e Giovanni Pampillonia

Beppe Grillo e Giovanni Pampillonia

Grillo a Ballarò col commissario palermitano della Digos: la vicenda approda in Parlamento

Si addensano ombre sulla figura di Giovanni Pampillonia, poliziotto che indaga sulle firme false. Il vicepresidente della gruppo Pd alla Camera: "Voglio vederci chiaro, ho presentato un'interrogazione"

Chi è Giovanni Pampillonia? Se lo chiedono in tanti dopo l'ultimo servizio de Le Iene. L'uomo - presentato come un poliziotto della Digos - secondo il servizio andato in onda in questi giorni - avrebbe un rapporto speciale con Beppe Grillo, tanto da averlo accompagnato a braccetto al mercato di Ballarò durante Italia5Stelle. L'uomo - che ha fatto da scorta a Virginia Raggi durante la comparsata alla manifestazione palermitana - sarebbe anche cugino di secondo grado di Francesco Menallo, candidato con i 5 Stelle all’epoca della candidatura alle amministrative di Palermo con Riccardo Nuti sindaco. Apriti cielo. "Alla luce delle nuove rivelazioni fornite dall'ultimo servizio de Le Iene, ho presentato una interrogazione parlamentare sulla questione delle firme a Palermo", dichiara Alessia Morani, vice-presidente della gruppo Pd alla Camera.

GUARDA IL VIDEO

"Il secondo servizio andato in onda domenica sera - spiega - solleva nuovi e delicati interrogativi, soprattutto rispetto a Giovanni Pampillonia, il commissario della Digos che, nelle immagini, compare a braccetto con Beppe Grillo. Dati i rapporti di parentela e amicizia evidenziati dall'inchiesta con candidati o eletti dei 5 Stelle, ci pare importante chiarire quale sia il ruolo ricoperto nelle indagini dal poliziotto e, nel caso in cui esso fosse rilevante, appurare se il dirigente Digos possegga l'equidistanza indispensabile per svolgere il suo lavoro".

"Altrettanto importante è capire a che titolo Pampillonia abbia preso parte al cordone di persone che scortava il sindaco di Roma Virginia Raggi nel corso della manifestazione palermitana di domenica 25 settembre e che, dalle immagini, pare aver violentemente allontanato alcuni giornalisti che stavano svolgendo il loro lavoro. Era lì nelle vesti di dirigente della Digos o di semplice simpatizzante del Movimento 5 Stelle?", conclude Morani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento