Giovani socialisti: maturandi della provincia privati dell’orientamento universitario

L’I.I.S. Failla Tedaldi non iscrive i propri maturandi all’orientamento universitario. Pregiudizio grave e insanabile. Chi è responsabile paghi. Vicini e solidali alla lotta degli studenti.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

La Federazione dei Giovani Socialisti della provincia di Palermo comunica tutto il suo rammarico per la leggerezza con cui certi istituti, in un periodo delicato e cruciale per la storia del nostro meraviglioso paese, trattano il futuro dei giovani. Nella giornata del 12 novembre, infatti, si è appreso che la direzione dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Luigi Failla Tedaldi” di Castelbuono non ha formalizzato entro i termini l’iscrizione delle classi quinte all’orientamento universitario, pregiudicando in maniera drammatica e indecorosa il futuro degli studenti maturandi che si troveranno a dover entrare nel mondo accademico senza alcun percorso atto a garantire piena conoscenza dell’offerta formativa e della complessità del percorso universitario. L’estrema leggerezza e superficialità con cui l’istituto ha trattato il futuro dei suoi maturandi è seconda solamente a quella con cui il ministro Azzolina ha trattato efficienza della formazione, fruibilità dei plessi scolastici e didattica a distanza, che ancora oggi è causa non solo di enormi difficoltà tecnico-educative ma anche di sperequazione di trattamento tra figli di famiglie povere e di famiglie con redditi adeguati. Nella giornata odierna le classi quinte hanno indetto uno sciopero con assenze di massa. Le assenze sono effettuate tanto come sciopero quanto per cercare di porre rimedio autonomamente alle gravi mancanze della scuola. Il maltrattamento del futuro dei giovani siciliani e la mancata ottemperanza della legge ci lasciano sgomenti, e come FGS auspichiamo anzitutto che la scuola si adoperi per ristorare il danno immane cagionato a studenti e studentesse. Inoltre chiediamo che gli organismi competenti si adoperino per sanzionare i responsabili di questa grave violazione della legge 12 settembre 2013 numero 104. Infine rappresentiamo tutta la nostra solidarietà ai giovani maturandi dell’istituto Failla Tedaldi e ai nostri compagni e compagne là presenti, rammentando loro sempre che studio, cultura e libertà sono tre diritti interconnessi conquistati col sangue versato nelle battaglie contro oppressori del popolo, grigi burocrati e tiranni autoritari. Non fateveli strappare!

Federazione dei Giovani Socialisti - Palermo

Torna su
PalermoToday è in caricamento