Cronaca

Maltrattate, stalkerizzate e uccise: nel 2020 escalation di violenze sulle donne in provincia di Palermo

I dati della Questura nella giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. Rispetto al 2019 aumenta la percentuale di omicidi (2 su 4), in salita pure atti persecutori e maltrattamenti, calano solo le violenze sessuali

Maltrattate, stalkerizzate, violentate, uccise. Nella giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, i dati diffusi dalla questura sono la rappresentazione plastica di come la donna, anche in provincia di Palermo, continui ad essere vittima di efferati crimini.

Per averne prova, basta dare un'occhiata ai numeri dietro i quali si nascondono storie di soprusi e violenze, che sfociano anche in femminicidi. Nei periodi gennaio-settembre del 2019 e del 2020, si registra un incremento - non generale ma in termini percentuali - degli omicidi di donne: nel 2019, 2 su 10 omicidi totali, nello stesso periodo 2020, 2 su 4 totali. 

E ancora: nel 2019 sono stati commessi 331 atti persecutori, 448 maltrattamenti contro familiari e conviventi ed 82 violenze sessuali; nello stesso periodo del 2020, 337 atti persecutori, 517 maltrattamenti contro familiari e conviventi, mentre sono diminuite a 54 le violenze sessuali. Nell’anno che volge al termine, vale la pena di ricordare le storie di Francesca, Elisabetta, Agata, Angela e di tante altre donne che non è possibile nominare tutte ma che sono accomunate dal coraggio che le ha spinte, dopo lunghi periodi di sofferenza, a chiedere un aiuto alle forze dell'ordine. "L’intervento immediato degli agenti e la capacità di dialogo, unita agli strumenti giuridici che la legge del cosiddetto 'codice rosso' ha messo a disposizione dell’autorità giudiziaria e delle forze di polizia- si legge in una nota della questura - ha consentito quel lavoro sinergico indispensabile per offrire un aiuto immediato ed un ascolto concreto nei casi di violenza di genere".

Sul fronte dei contributi concreti che la questura ha offre alla cittadinanza, a distanza di solo un anno dall’inaugurazione della "Stanza di Aurora" all’interno della divisione della Polizia Anticrimine, è stata inaugurata presso il commissariato Oreto-Stazione la "Stanza rosa": un apposito spazio riservato, distante dalla zona operativa dell’ufficio di polizia e dedicato alle audizioni protette delle donne vittime di questi reati.

In occasione della "Giornata internazionale contro la violenza sulle donne", la polizia ha organizzato un ciclo di videconferenze con funzionari della questura e operatori di un centro antiviolenza cittadino, particolarmente attivo sul fronte del supporto alle donne vittime di violenza domestica, al quale hanno partecipato gli studenti del liceo cittadino “Galileo Galilei”. Senza dimenticare la produzione di materiale informativo sul fenomeno della violenza di genere, in previsione di una sua distribuzione alle scolaresche cittadine.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltrattate, stalkerizzate e uccise: nel 2020 escalation di violenze sulle donne in provincia di Palermo

PalermoToday è in caricamento