Giornata delle forze armate e dell'unità nazionale: il sindaco di Ficarazzi rende omaggio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

E' stato lo spirito patriottico quello che ha primeggiato sul territorio comunale domenica 6 novembre 2016, in occasione della giornata dell'unità nazionale e delle forze armate, durante la quale il primo cittadino di Ficarazzi ha ricordato e commemorato insieme alla cittadinanza ficarazzese i caduti in guerra nel corso dei due conflitti mondiali, i cui nomi sono incisi sulle lapidi ubicate nella villa dei caduti di Ficarazzi.
Dopo la marcia della fanfara dei bersaglieri, lungo il corso principale di Ficarazzi e la santa messa, officiata presso la chiesa San Girolamo dottore di Ficarazzi, il sindaco, avv. Paolo Francesco Martorana, in presenza dell'amministrazione comunale e dei comandandanti della locale stazione dei Carabinieri e della Polizia Municipale, Roberto Chilla e Filippo Oliveri, ha deposto una corona di fiori sulla lapide che ricorda i soldati di Ficarazzi, partiti in guerra e mai più ritornati.

"L'esempio fulgido di questi uomini si manifesta attraverso le forze dell'ordine che operano per preservare la nostra libertà e a garanzia delle giovani generazioni, i quali in un futuro prossimo raccoglieranno il nostro testimone e saranno chiamati a occupare ruoli di responsabilità che attualmente esercitiamo noi..", cosi il primo cittadino ha chiosato su un evento commemorativo che non può essere fine a se stesso e che è di fatto l'allegoria del patriottismo e del futuro sociale di un popolo.

Maria Luisa Domino, ufficio stampa comune di Ficarazzi

Torna su
PalermoToday è in caricamento